Cronaca Guizza / Corso Primo Maggio

Testa di maiale appesa alla porta del centro islamico, FN: “Estranei”

L'episodio mercoledì nel negozio adibito a moschea di via Primo Maggio ad Abano Terme: dopo il macabro ritrovamento i musulmani hanno chiamato i carabinieri che stanno indagando. Il movimento politico si smarca

Una testa di maiale è stata ritrovata appesa alla porta del centro islamico

Prima il blitz di Forza Nuova del 20 marzo scorso, ora una testa di maiale appesa: non c’è pace in questi giorni per il centro islamico di via Primo maggio ad Abano Terme oggetto di protesta prima con lo striscione esposto dai militanti del movimento di estrema destra e poi, mercoledì, con il macabro ritrovamento della testa di animale legata alla porta di ingresso.

FORZA NUOVA ESTRANEA. Secondo i carabinieri che stanno seguendo le indagini, il gesto “di cattivo gusto” sarebbe solo una bravata. Forza Nuova in questo caso non c'entrerebbe e infatti i militanti del movimento, in una nota, si dichiarano estranei al ritrovamento: “Con la presente siamo a comunicarvi che Forza Nuova ed i suoi militanti sono totalmente estranei ai fatti. Ci adopereremo in tutte le sedi opportune per tutelare il nostro nome da ogni uso improprio venisse fatto, scritto”.

"COMUNITA' TRANQUILLA". Da parte della comunità islamica, che si ritrova nel negozio adibito a centro islamico da ormai due anni, nessuna particolare reazione. Come riferiscono i militari, infatti, la moschea e coloro che si ritrovano a pregare in quel luogo non hanno mai dato problemi: “Si tratta di tutta gente tranquilla”. Le indagini per capire l’autore del gesto sono ancora in corso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testa di maiale appesa alla porta del centro islamico, FN: “Estranei”

PadovaOggi è in caricamento