Cronaca Piazze / Piazza Erbe

Tifoso aggredito alla festa per la promozione dei Biancoscudati Denunciati tre ultras skinhead

L'episodio il 19 aprile scorso in piazza delle Erbe. Vittima un padovano del '90, di sinistra, circondato mentre si trovava con la fidanzata da tre coetanei. Mercoledì le perquisizioni della Digos su delega della Procura

A sinistra la festa in piazza per la promozione dei Biancoscudati e a destra un agente della Digos

Tre ventenni della provincia di Padova, sfegatati ultras dei Biancoscudati, nonché appartenenti a Veneto Fronte Skinheads, hanno ricevuto mercoledì mattina la "visita" degli agenti della Digos della questura euganea che hanno eseguito, su delega della Procura, tre perquisizioni domiciliari a loro carico, in quanto indagati per lesioni, violenza privata e minacce nei confronti di un coetaneo, a sua volta tifoso della squadra di calcio cittadina, ma di opposta fazione politica.

IL PESTAGGIO. I fatti risalgono al 19 aprile scorso, in occasione dei festeggiamenti per la promozione in Lega Pro dei Biancoscudati. La vittima, un 25enne esponente della sinistra universitaria padovana, si trovava in piazza delle Erbe assieme alla fidanzata per esultare del traguardo calcistico quando, in base alla ricostruzione degli inquirenti, è stato circondato da tre giovani di 26, 25 e 24 anni. Uno di questi lo ha chiamato per nome mostrandogli dal proprio cellulare una foto del suo profilo Facebook che lo ritraeva con una bandiera rossa in mano e gli ha scagliato un cazzotto in volto. I tre hanno quindi fatto perdere le proprie tracce, mentre il ferito si è fatto medicare al pronto soccorso, rimediando una prognosi di sei giorni.

LE PERQUISIZIONI. Identificati dalla vittima i presunti autori del pestaggio, che li ha riconosciuti in alcune immagini su Facebook, nel corso delle perquisizioni domiciliari di mercoledì mattina, gli agenti hanno rinvenuto nel cellulare dell'ultras 25enne la foto dell'aggredito mostrata appunto la sera del 19 aprile, mentre nell'auto del 24enne - già coinvolto in passato in episodi di violenza simili - due coltelli a serramanico e un tirapugni, sequestrati e che gli sono costati anche una denuncia per porto abusivo di armi, trovandosi il veicolo su pubblica via. Nulla di compromettente invece è stato rinvenuto a casa del 26enne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tifoso aggredito alla festa per la promozione dei Biancoscudati Denunciati tre ultras skinhead

PadovaOggi è in caricamento