Trovato cadavere nel fiume Brenta sospetta una morte accidentale

Alle prime luci dell'alba di venerdì, a Fontaniva, il corpo senza vita Erminio Scalco, 67enne del posto, è stato rinvenuto in solo mezzo metro d'acqua. Si segue l'ipotesi dell'annegamento a seguito di malore

Si era allontanato da casa, in sella alla sua mountain bike, nel pomeriggio di giovedì, non facendovi più ritorno. Erminio Scalco, 67enne, cittadellese, residente a Fontaniva, è stato trovato cadavere venerdì mattina, intorno alle 6.30, riverso nelle acque del fiume Brenta, a Fontaniva.

MORTE ACCIDENTALE. L'uomo soffriva di diabete e, come segnalato dalla moglie, Maria Giovanna Peruzzo, 58enne originaria di Carmignano di Brenta, doveva prendere la dose di insulina alle 18. Non vedendolo rientrare, la donna ha dato l'allarme ai carabinieri di Cittadella, che hanno avviato le ricerche. Stamane il ritrovamento in un tratto del fiume dove era presente solo mezzo metro d'acqua. L'ipotesi seguita dagli inquirenti è quindi di morte a seguito di malore.

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Dal melanoma alla gravidanza: la testimonianza di Teresa, fanatica della tintarella

  • Al top in Italia e nel mondo: Università di Padova al 160esimo posto su 20mila atenei valutati

I più letti della settimana

  • Ferragosto, fuochi in Prato, musei aperti, feste e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Si schianta contro un platano a 300 metri da casa: muore un centauro di 28 anni

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Spaventoso incidente al semaforo: tre feriti, due sono bambini. Auto distrutte

Torna su
PadovaOggi è in caricamento