menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trafficante coca evaso e ricercato da anni: arrestato a Casalserugo

Figura di spicco nei rapporti tra la criminalità tunisina e quella albanese, punto di riferimento per le forniture di cocaina dall’Olanda, è stato condotto in carcere dagli uomini della squadra Mobile di Padova

Era ricercato da anni. Da quando si era reso irreperibile evadendo dall'abitazione a Verona in cui era stato messo agli arresti domiciliari dopo svariati anni di carcere, già scontati, per traffico internazionale di cocaina di purissima qualità.

PERICOLOSO SPACCIATORE. Nejme Eddine B.D., 39 anni, senza fissa dimora, aveva il suo nuovo covo a Casalserugo, a casa di un cittadino albanese. L'uomo, con un ruolo di vertice nei rapporti tra la criminalità tunisina e quella albanese, punto di riferimento per le forniture di cocaina dall’Olanda, è stato condotto in carcere dagli uomini della squadra Mobile di Padova, in esecuzione ad un provvedimento emesso dalla procura generale di Venezia e disposto dal sostituto procuratore Federica Baccaglini.

IL BRLITZ E L'ARRESTO. Al momento del blitz in via Boccaccio, prima dell’intervento dei vigili del fuoco per aprire la porta blindata, l'arrestato aveva spostato i mobili e tagliato con un cutter alcuni panetti di cocaina per gettarli nel water; per sfuggire all’arresto, aveva tentato prima di calarsi dal terrazzo al secondo piano e poi si era lanciato a testa bassa, con il coltellino in pugno, contro gli operatori di polizia, procurando lesioni alle gambe ad uno di loro (per una prognosi al momento di 15 giorni). Bloccato dagli operatori, è stato quindi anche deferito per spaccio, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

I PRECEDENTI. Il 39enne era stato condannato a 15 anni e 7 mesi di reclusione e deve ancora scontare un cumulo pene di 8 anni, tra condanne definitive in Appello e in Cassazione. Giunto in Italia nel 1997, era già stato arrestato più volte per spaccio di ingenti quantità di droga da varie forze di polizia (nel 2010 e 2013): nel 2004, in particolare, gli investigatori della Squadra Mobile trovarono nel suo appartamento a Pava di Vigonovo 7 chili di droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento