menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Traffico di armi, mandato di cattura in Ucraina: preso a Selvazzano

Era ricercato dalle autorità ucraine. I carabinieri lo hanno trovato a San Domenico, nella notte tra domenica e lunedì. L'uomo, un ungherese di 33 anni, è stato arrestato. Con sé aveva oltre 5mila euro in contanti

Su di lui pendeva un mandato di cattura internazionale emesso dalle autorità ucraine per traffico illegale di armi. L'uomo, un ungherese di 33 anni, era ricercato dall'Interpol dall'8 settembre 2007. A trovarlo, nella notte tra domenica e lunedì, sono stati i carabinieri di Selvazzano, a bordo di un'Audi A4, con targa ungherese, ferma in località San Domenico, in via Monte Solarolo.

MANDATO DI CATTURA INTERNAZIONALE. I militari hanno notato la vettura parcheggiata e hanno proceduto ad un controllo. A bordo dell'auto c'erano due persone: il latitante ungherese ed un connazionale. Il primo, nel corso dei primi accertamenti, è risultato titolare del provvedimento internazionale ed è stato quindi ammanettato ed accompagnato in caserma.

LA PERQUISIZIONE E L'INTERROGATORIO. Con sé, al momento della perquisizione, aveva la considerevole somma di 5mila e 50 euro in contanti, oltre a 139mila fiorini ungheresi. Dall'interrogatorio, reso difficoltoso dal fatto che l'arrestato non conosce la lingua italiana, è emerso che lo straniero non vive in Italia o nel Padovano e si trovava a Selvazzano, quindi, solo di passaggio.

IL RICERCATO A SELVAZZANO. Quello che adesso stanno cercando di capire i carabinieri è cosa ci facesse l'ungherese a San Domenico con tutti quei soldi in contanti. L'uomo, che in Ucraina era sfuggito alle forze dell'ordine dopo essere stato trovato in possesso di armi a bordo di un'auto (di qui il mandato di cattura), potrebbe avere avuto un affare in corso nella zona. Forse il denaro era il provento di una vendita, oppure sarebbe servito a lui per acquistare qualcosa. 

IN ATTESA DI ESTRADIZIONE. Il 33enne sarà rinchiuso al carcere Due Palazzi di Padova in attesa di essere estradato in Ucraina. Procedono comunque le indagini dei militari per accertare le ragioni della presenza a Selvazzano del ricercato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento