Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Intercettati nel Padovano 38 chili di cocaina: arrivavano da Milano dentro a borse della spesa

Tutto è nato da un inseguimento, terminato con la cattura dell'automobilista in provincia di Padova: nell'auto c'era un grosso quantitativo di cocaina e, dai successivi approfondimenti, gli investigatori sono risaliti a un canale di approvvigionamento sequestrandone altri chili

Decine di chili di cocaina, destinata probabilmente alla provincia di Venezia e in particolare ai luoghi della movida sul litorale. Erano all'interno di un'automobile, intercettata dalla squadra mobile della questura di Venezia in provincia di Padova. Due sono le persone finite in manette.

I fatti

A darne notizia è VeneziaToday: la polizia aveva organizzato dei controlli ad hoc in corrispondenza del parcheggio di un centro commerciale - situato in un'area al confine tra il territorio veneziano e padovano - in cui, negli ultimi tempi, erano stati notati movimenti sospetti. Nel corso di uno di questi appostamenti, dopo aver intimato l'alt ad una macchina, l'uomo alla guida, anziché fermarsi, si è allontanato a forte velocità. Ne è nato un inseguimento, terminato con la cattura dell'automobilista in provincia di Padova. Nell'auto c'era un grosso quantitativo di cocaina e, dai successivi approfondimenti, gli investigatori sono risaliti ad un canale di approvvigionamento sequestrando altri chili della stessa sostanza, in collaborazione con la polizia di Milano.

Gli aggiornamenti

Un grosso traffico di cocaina sulla rotta tra Lombardia e Veneto è stato scoperto dalla squadra mobile veneziana, che ieri ha arrestato in flagrante due narcotraficanti di origine magrebina e sequestrato in tutto 38 chili di droga. I due si incontravano con una certa frequenza nei parcheggi di alcuni grossi centri commerciali dell'area tra Piove di Sacco e Chioggia. Lì avvenivano gli scambi: il corriere, che arrivava da Milano in auto, consegnava all'altro sacchi della spesa che contenevano pacchi di cocaina pura. Il tutto in pieno giorno, con l'intenzione di confondersi tra i normali clienti dei supermercati. Alla lunga, però, i loro movimenti sono stati notati da qualcuno, che ha segnalato la cosa alle forze dell'ordine. Così si è mosso il personale della squadra mobile di Venezia che, in collaborazione con i colleghi del commissariato di Chioggia, ha fatto una serie di appostamenti a partire dai primi giorni di giugno. Ieri, infine, i poliziotti sono entrati in azione: dopo lo scambio hanno inseguito e fermato i due, che si stavano allontanando ognuno a bordo della propria macchina: il corriere da Milano con una Porsche, l'acquirente con un'Audi. C'era una borsa con dentro 5 chili di cocaina e poi, nascosti in un doppio fondo della Porsche, altri 13 chili della stessa sostanza e 300 mila euro in contanti. Ulteriori indagini sugli spostamenti della Porsche hanno permesso di localizzare il punto di partenza, un capannone a Milano dove la polizia ha trovato altri 20 chili di cocaina e soldi. Chiaramente, come sottolineato dalla squadra mobile, un traffico di droga di entità così elevata era probabilmente destinato a diverse piazze di spaccio "estive", in particolare il litorale: Chioggia e Sottomarina, Jesolo, Venezia e così via.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intercettati nel Padovano 38 chili di cocaina: arrivavano da Milano dentro a borse della spesa

PadovaOggi è in caricamento