Sventato un traffico milionario di eroina: in manette due corrieri nel blitz all'autogrill

L'operazione dei carabinieri ha permesso di arrestare due persone responsabili di un traffico internazionale di droga proveniente dall'Olanda. Li hanno bloccati nel pieno dello scambio

Uno dei plichi colmi di eroina grezza recuperati dai cani antidroga sul camion

Colpo grosso al narcotraffico grazie alla capillare azione del Nucleo investigativo dei carabinieri, che hanno sequestrato diversi chili di droga per un valore di circa un milione di euro e arrestato due corrieri.

L'operazione decisiva

Li hanno seguiti per tutto il giorno, sorprendendoli venerdì sera con un blitz in un'area di servizio lungo l'autostrada A4, poco fuori Verona. Qui i militari padovani hanno teso la trappola in cui sono caduti l'olandese Antonius Hooghiemstra e il nigeriano Adelaja Abodunrin, tasselli finali di un traffico internazionale di eroina su cui le indagini sono ancora in corso.

Le intercettazioni

Nei giorni precedenti gli inquirenti avevano intercettato un grosso carico di droga che, a bordo di un tir con targa olandese, avrebbe dovuto raggiungere il padovano. Lo stupefacente, destinato alle piazze di spaccio padovane, sarebbe arrivato nel giro di qualche ora, bisognava agire a colpo sicuro individuando il camion giusto. Venerdì pomeriggio è scattato il grande fratello: sono stati tenuti sotto stretta osservazione tutti gli autoarticolati corrispondenti alla descrizione che percorrevano la tratta fra Verona e Padova, passaggio obbligato per il mezzo proveniente dal Nord Europa attraverso il Brennero.

Gli attimi decisivi

In serata hanno individuato quello giusto: il camion con il suo anonimo cassone bianco non risultava diretto a Padova, perciò qualcuno sarebbe partito dalla città per recuperare il prezioso carico. Restava da capire quale fosse il luogo dello scambio. I carabinieri hanno seguito il tir fino all'autogrill dove si è fermato per una sosta. Fino alle 22 nulla di sospetto: l'autista parcheggia, beve un caffè al bar, torna in cabina. Poi, la svolta. Nel piazzale arriva un taxi, fatto di per sé abbastanza inusuale, e fa scendere un nigeriano. Addosso ha un vistoso borsone curiosamente vuoto. Adocchia il camion olandese, scambia qualche parola con l'autista, salgono insieme a bordo. Dettaglio ancor più sospetto.

Un tesoro illegale

Osservandoli a distanza gli inquirenti, con il supporto dei colleghi scaligeri e dei cinofili di Torreglia, assistono in tempo reale allo scambio ed entrano in azione. Circondano il mezzo pesante e fanno scendere i due occupanti. Il borsone dell'africano ora è pieno. All'interno ci sono venti panetti di eroina da un chilo ciascuno. Merce grezza che una volta divisa in dosi e immessa sul mercato al dettaglio avrebbe fruttato circa un milione di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le accuse

Identificati e messi davanti all'evidenza, il 53enne olandese e il 40enne nigeriano sono stati arrestati per traffico di stupefacenti e portati in carcere. La droga sequestrata verrà analizzata per capirne la provenienza e la destinazione. É evidente che i due corrieri facciano parte di un'organizzazione più estesa, che con tutta probabilità avrebbe rifornito qualche grossista del padovano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

Torna su
PadovaOggi è in caricamento