menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camposampiero dà l'ultimo saluto a Gloria, la mamma: "Perchè tu? Non ci sono risposte"

Chiesa gremita nell'Alta Padovana per il funerale della giovane morta tragicamente nell'incendio delle Grenfell Tower. Presenti il governatore Luca Zaia, l'assessore regionale Roberto Marcato, il vice prefetto di Padova, il sindaco Katia Maccarone

Due ali di folla si sono simbolicamente strette attorno alla famiglia Trevisan che oggi, mercoledì 19 luglio, ad un mese dalla morte, è riuscita a dare una degna sepoltura alla figlia Gloria scomparsa nel rogo della Grenfell Tower di Londra la notte del 14 giugno scorso mentre si trovava all'interno dell'appartamento con il suo fidanzato Marco Gottardi.

AUTORITÀ. Chiesa gremita per l'ultimo saluto a Gloria. Circa 700 persone hanno voluto esserci per dimostrare il loro affetto a due genitori che sono stati travolti da un dolore incolmabile. Presenti il governatore Luca Zaia, l'assessore regionale Roberto Marcato, il vice prefetto di Padova, il sindaco di Camposampiero Katia Maccarone. A celebrare la cerimonia funebre il parroco don Claudio Bosa. Lutto cittadino a Camposampiero e serrande abbassate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

OMELIA. "Sei finalmente tornata a casa Gloria - ha dichiarato don Claudio dall'altare durante l'omelia - ora mamma, papà e tuo fratello possono piangere con te e pete te. Sevono anche le lacrime e tante volte sono una misteriosa medicina...L'ingordia di qualcuno ha creato le condizioni tragiche e drammatiche per cui tu e il tuo Marco, insieme a decine di altre persone, oggi non siate più qui con noi...Così giovani e aperti alla vita, così pronti a dare il merglio di voi, quei vostri volti giovani e freschi sono diventati tristissima icona di una tragedia che si poteva evitare. Eravate partiti pieni di speranza e desiderio di vita. Preparati e pronti a fare la vostra parte, da brillanti neo-architetti, in una città che è stata ed è desiderio e a volte miraggio, di vita, di speranza, di futuro. Quelle fiamme non ti hanno lasciato scampo, carissima Gloria, insieme al tuo Marco, ma ti hanno portato a dire parole belle e grandi a mamma e papà...Ora a noi resta certo il loro e il vostro ricordo"

MAMMA. Queste le parole della mamma:"Perché tu? Non ci sono risposte. Da mamma mi prendo il diritto di affarmere che la bellezza esteriore non è nulla rispetto a quella interiore. La vostra storia ha fatto il giro del mondo, ho ricevuto numerose lettere e affetto da parte di tanti, è accaduto qualcosa di straordinario e questo non deve essere sprecato. Siate per noi virtù. È giunto il momento dei saluti, è tanto il dolore ma Marco è con te non sei sola. Ci fa bene immaginarvi in un luogo di gioia. Proteggici come un angelo, ciao amore mio".

RICORDO. Sono saliti sul pulpito tanti amici che hanno voluto dare il suo ultimo saluto a quella ragazza che è stata strappata troppo presto alla vita. Al termine della cerimonia sono satti lanciati in cielo dei palloncini bianchi.

GLORIA E MARCO SONO MORTI

ALL'ESTERO PER LAVORARE. Gloria e Marco, 27 anni lei, 28 lui, erano partiti per Londra pochi mesi fa con l'intenzione di misurarsi nel mondo del lavoro. Belli, pronti, preparati. Laureati allo Iuav con successo. "Finalmente aveva trovato un buon lavoro e una buona paga", ha spiegato il padre di Gloria Trevisan ai cronisti giovedì mattina davanti alla sua abitazione di Camposampiero, prima di chiudersi nel silenzio.

L'ULTIMA TELEFONATA. La figlia era riuscita a salutare i propri cari all'ultimo momento, ringraziandoli per quanto hanno fatto per lei. Anche Marco Gottardi al momento dell'arrivo delle fiamme e del fumo era al telefono con i genitori, riuscendo a esprimere tutto il proprio affetto e tentando di tranquillizzare la fidanzata e la propria madre. Poi le linee sono saltate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento