rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Tram e rigenerazione urbana, Confartigianato: "Pronti a dare il nostro contributo"

Il presidente della Confederazione degli artigiani Padova Roberto Boschetto precisa: “Bene i progetti sulla mobilità pubblica, ma serve un piano condiviso per una città a misura d’uomo, che punti sulla riqualificazione edilizia”

“I progetti di mobilità pubblica presentati in questi giorni dall’amministrazione comunale rispondono ad un’esigenza precisa: rigenerare la città, un progetto verso il quale la nostra associazione è pronta a dare il proprio contributo”. Interviene così il presidente di Confartigianato Padova Roberto Boschetto sulla questione delle nuove linee del tram di cui si sta discutendo in questi giorni.

IL PROGETTO E LA STRATEGIA

“I progetti Sir 3 e Sir 2, se realizzati, andrebbero a rafforzare un’idea di città che da tempo noi artigiani abbiamo in mente, un centro urbano nato da una precisa pianificazione di sviluppo locale, con un occhio attento alla riqualificazione degli edifici esistenti e all’efficientamento energetico – continua Boschetto”. Confartigianato Padova da oltre un anno sta lavorando alla strategia "Abitare di qualità", un progetto che ha l’obiettivo di formare ed aggiornare i tanti imprenditori che operano nel comparto casa alla rigenerazione del patrimonio edilizio esistente. Ristrutturare, ammodernare, rendere energeticamente efficienti le nostre case, gli edifici pubblici, negozi e botteghe, in altri termini le città: questo significa rigenerare – spiega Boschetto. Vuol dire rendere i centri abitati a misura di cittadino, riqualificando luoghi e potenziando servizi . Per questo il progetto del tram è perfettamente compatibile con questa idea”.

"OCCORRE LAVORARE AD UNA FILIERA CORTA"

Ma per rigenerare serve un progetto di ampio respiro: “Abbiamo bisogno di fare rete – precisa Boschetto. E non mi riferisco esclusivamente alle reti d’imprese, pur necessarie, ma anche ad un dialogo aperto e costruttivo con l’amministrazione comunale, i cittadini, i progettisti e tutti coloro che hanno a cuore il destino della nostra città. La rigenerazione è un tema inclusivo, che deve partire da una cultura della riqualificazione. Occorre lavorare ad una filiera corta e all’analisi dei reali bisogni, per arrivare alla costruzione di progetti concreti da realizzare in tempi rapidi”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tram e rigenerazione urbana, Confartigianato: "Pronti a dare il nostro contributo"

PadovaOggi è in caricamento