rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Nuova vita per un dodicenne: trapianto la notte di Natale, il 106esimo del 2017

Il ragazzino, ricoverato all'ospedale di Padova, era in attesa dell'organo che è arrivato da oltre i confini nazionali, prelevato da un bimbo di 4 anni morto tragicamente

Storia a lieto fine per un bambino 12enne, affetto da una malattia rara, ricoverato in ospedale a Padova e  da tempo in attesa di un trapianto di fegato. La notte di Natale, il professor Umberto Cillo, direttore del reparto di Chirurgia epatobiliare e trapianto epatico e la sua equipe hanno dato nuova vita al ragazzino grazie al trapianto dell'organo, il 106simo del 2017. Lo scorso anno nello stesso giorno era stato eseguito il novantesimo trapianto. 

NUOVA VITA.

Il fegato è stato prelevato da un bimbo di 4 anni morto tragicamente all'estero. Il centro padovano si è messo in moto per ottenere l'organo e la mattina della vigilia di Natale un team di medici e infermieri è salito su un jet messo a disposizione dalla Regione per procedere all'espianto. L'equipe è tornata a Padova e, poco prima della mezzanotte, è iniziato l'intervento sul piccolo paziente. Il ragazzino ora sta bene. "Lo dico sempre: in Veneto abbiamo eccellenze riconosciute a livello mondiale, e di queste professionalità dobbiamo essere grati ed orgogliosi", ha commentato il governatore del Veneto Luca Zaia.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova vita per un dodicenne: trapianto la notte di Natale, il 106esimo del 2017

PadovaOggi è in caricamento