rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Trasporto pubblico, Bitonci attacca Giordani su nuova linea del tram:"Scelta infausta"

I consiglieri di Minoranza intervengono sulla scelta fatta dall'amministrazione comunale di Padova di investire su tre linee tranviarie lungo le direttrici della città

"L'ipotesi di una nuova linea del tram che passi attraverso il quartiere Forcellini e per evitare un passaggio al parco Iris occupi una porzione importante di via Facciolati con un possibile senso unico è davvero una scelta infausta", questo il commento del consigliere di Minoranza Massimo Bitonci che ha così commentato la decisione presa dall'Amministrazione comunale di Padova sul trasporto pubblico locale. "Il sistema tram è obsoleto e costoso", chiosa l'ex sindaco leghista.

RACCOLTA FIRME.

L'univa vera soluzione per la città di Padova:"È investire su bus elettrici con corsie preferenziali senza creare spazi per rotaie e senza infrastrutture aeree e su strada", sottolinea Bitonci annunciando anche una raccolta firme e un supporto all'attività dei comitati che non vogliono la distruzione del territorio e che si battono affinchè la rotoia non passi attraverso i quartieri e distrugga zone e attività commerciali come è successo all'Arcella. "Via Facciolati che è prettamente commerciale - sottolinea Bitonci - se ci mettono il tram le attività commericiali sono morte".

CAVATTON.

Dello stesso avviso il consigliere Matteo Cavatton:"Riteniamo che sia l'ennesimo colpo messo a segno dall'Amministrazione comunale per spostare l'attenzione di quelli che sono i reali problemi. Il tram è un mezzo obsoleto che tra le altre cose non avrà i finanziamenti. Quando leggo di un assenso verbale dal ministro dei trasporti dico che forse non hanno ben chiaro come funzionino le cose: le amministrazioni comunali si esprimo per atti non per assensi verbali. Non solo, dice che forse verranno stanziati 60 milioni di euro, un terzo dei 180, e gli altri 120? C'è un piano finanziario? L'ipotesi di via Crescini è fantascientifica. Quando piove per più di un quarto d'ora quella strada va sott'acqua. Le rotaie di un mezzo elettrico possono concorrere con un territorio soggetto ad allagamenti? Infine, questa scelta è un omicidio premeditato di tutte le attività commerciali della zona".

COMMERCIO.

"Partendo da piazzale Santa Croce fino alla Stazione è una moria di negozi e questo grazie alla messa in opera del tram - spiega la consigliera Pellizzari - prima di pensare di mettere un altro tram guardino a quello che è già stato fatto con l'attuale: o difendono il piccolo commercio o lo vogliono affossare ma lo devono dire. Siamo a fianco dei comitati perchè non è visto di buon occhio da nessuno che ha un'attività". "Io ho paura che l'obiettivo madre sia distruggere quello che è rimasto del commercio di prossimità - aggiunge il consigliere Luciani - il commercio che ancora tiene è quello nelle aree che vogliono distruggere: le bretelle principali che sono poi l'ingresso nella nostra città. Ci auguriamo che non sia così".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico, Bitonci attacca Giordani su nuova linea del tram:"Scelta infausta"

PadovaOggi è in caricamento