Cronaca Arcella / Via Tiziano Aspetti

"Devo aiutare mio nipote", direttore di banca sventa truffa ad anziana

La pensionata si era presentata venerdì mattina nella filiale "Carige" di via Aspetti, chiedendo di prelevare un'ingente somma di denaro che sarebbe stata rivendicata da un sedicente "amico" del giovane parente

Un cospicuo ed insolito prelievo. Una storia che "puzzava" fin troppo di raggiro. Ha fatto due più due, il direttore di banca che, venerdì mattina, ha sventato una truffa ai danni di un'anziana padovana.

IL FINTO AMICO DEL NIPOTE. La pensionata si era recata nella filiale Carige di via Aspetti, all'Arcella, chiedendo di riscuotere un'ingente somma di denaro. Soldi che, come ha spiegato allo sportello, avrebbe consegnato allo sconosciuto sedicente amico del proprio nipote, presentatosi poco prima a casa sua rivendicando l'importo.

TRUFFATORI IN FUGA. È a questo punto che, il direttore, insospettito dal racconto dell'anziana, si è messo in contatto con il nipote di quest'ultima che ha negato di essere in debito di soldi con amici e intimato la banca a non far prelevare la parente, di sicuro vittima di un raggiro. Accertata la situazione, il direttore, una volta uscito dalla filiale, ha notato un'auto con a bordo due individui, tra cui probabilmente il finto amico del nipote, che alla vista del bancario, però, si sono dileguati facendo perdere le proprie tracce. Sul caso indagano i carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Devo aiutare mio nipote", direttore di banca sventa truffa ad anziana

PadovaOggi è in caricamento