menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si presenta come un'ispettrice di polizia e con l'inganno le sottrae oltre 2mila euro

È successo a Padova, in via Cividale. La vittima è un'anziana 93enne la cui unica colpa è quella di essersi fidata delle parole di una truffatrice

Una donna sulla cinquantina, nella giornata di mercoledì, ha suonato al campanello di un'anziana 93enne residente in via Cividale, a Padova. Vestita molta elegante si è presentata come un'ispettrice di polizia venuta a monitorare la zona, particolarmente battuta dai furti. L'anziana l'ha fatta entrare in casa e, a quel punto, la presunta ispettrice ha mostrato alla donna un dispositivo d'allarme da utilizzare per prevenire i furti.

VIA 2MILA EURO. La 93enne ha chiesto di potersi consultare telefonicamente con la nuora. Il finto agente ha quindi preso in mano la cornetta del telefono fisso e ha simulato una conversazione con la parente che in realtà non c'è mai stata. "L'imbrogliona",  a quel punto, ha chiesto all'anziana un fazzoletto e, in quel frangente, ha prima aperto un cassetto dal mobile del soggiorno dove ha trovato 1.700 euro poi, si è spostata in cucina dove ha trovato altri 700 euro. Rubato tutto quello che c'era, la truffatrice se ne è andata con la tasche gonfie di denaro lasciando l'anziana nella disperazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento