Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Affitta appartamento "fantasma" a Cortina: truffati giovani padovani

Il gruppo di ragazzi aveva versato 300 euro di caparra per affittare una casa vacanza. All'arrivo, però, il locale non era disponibile. Denunciato un trevigiano, che si era finto online il proprietario

Avevano prenotato una settimana di vacanza a Cortina ma, al loro arrivo, si sono accorti che il locale preso in affitto non era disponibile. Avevano contattato online, attraverso un sito di scambi commerciali diretti, il sedicente proprietario di un appartamento, un pregiudicato residente in provincia di Treviso, cui avevano versato una caparra di 300 euro per trascorrere un paio di giorni nella località di montagna.

PADOVANI TRUFFATI. Le vittime del raggiro, un gruppo di giovani padovani, al loro arrivo a Cortina d’Ampezzo si sono rese conto che dietro alla transazione c’era una truffa. Subito è scattata la segnalazione ai carabinieri che hanno dato avvio alle indagini riuscendo ad identificare il trevigiano. Gli stessi militari sono riusciti a denunciare gli autori di altre truffe simili, in particolare persone che avevano messo in vendita sullo stesso sito internet dei videogiochi, mai recapitati nonostante i pagamenti effettuati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affitta appartamento "fantasma" a Cortina: truffati giovani padovani

PadovaOggi è in caricamento