Canoni agevolati su case Ater: nei guai ex poliziotto che ometteva i redditi della moglie

Il tribunale di Padova ha disposto un sequestro conservativo per quasi 32mila euro nei confronti di un ex agente di polizia che avrebbe truffato lo Stato dal 2014

Non avrebbe dichiarato all'Ater il reddito della moglie. Motivo? Ottenere un canone di locazione più agevolato. Il Tribunale di Padova ha disposto un sequestro conservativo di quasi 32mila euro nei confronti di un ex poliziotto padovano ora in pensione, che per quattro anni non avrebbe dichiarato quanto percepiva la consorte.

Redditi non dichiarati

A scoprire quanto avvenuto è stata la banca telematica dell'agenzia delle entrate che ha comparato i dati con quella dell'Ater facendo venire a galle il raggiro. L'ex agente di polizia non avrebbe dichiarato i dodicimila euro che la moglie percepiva almeno dal 2014 e anche altri redditi dei figli che non abitavano più con loro due. L. I., è ora indagato per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato: anziché pagare mille euro al mese ne versava solo 400.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due anni di canone Telepass gratuito per chi risiede a Padova e provincia: l'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

Torna su
PadovaOggi è in caricamento