menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Pronto, sono l'avvocato Valentino": anziani messi in guardia non abboccano più a truffa

Sono ben quattro i residenti della città contattati telefonicamente giovedì dal sedicente legale che finge il coinvolgimento di un parente in un incidente stradale per poi spillare soldi. Hanno però riagganciato e allertato la polizia, senza cadere nella trappola

Via Negrelli, via Monte Solarolo, via Paruta e in zona Forcellini. Qui risiedono i quattro anziani che, giovedì, sono stati contattati telefonicamente dal sedicente "avvocato Valentino". La truffa, ormai da mesi in auge purtroppo anche a Padova, vede da copione il finto legale riferire il coinvolgimento di un parente della vittima in un incidente stradale per poi spillarle dei soldi.

I PADOVANI NON ABBOCCANO. I quattro anziani, non appena hanno sentito che si parlava di avvocati, hanno però riagganciato il telefono all'interlocutore e composto il 113 per allertare la polizia, senza cadere nella trappola. Soddisfazione è stata espressa dalla Questura per gli effetti positivi della campagna di sensibilizzazione in atto da mesi per mettere in guardia i padovani da raggiri simili a questo.

UNA TRUFFA A SEGNO. Purtroppo, però, in un caso ai truffatori è andata liscia. In via Monte Asolone, sempre nella giornata di giovedì, una 75enne ha consegnato 3.500 euro in contanti, a fronte dei 4.800 richiesti dai malviventi, per definire una transazione conseguente a un presunto incidente che, a detta del solito sedicente avvocato, avrebbe coinvolto il figlio della vittima, che non sarebbe stato coperto da assicurazione. Sul fatto indagano i carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento