menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Badante truffata in centro: sottratti 4.300 euro con la scusa di un controllo di polizia

La donna è stata avvicinata domenica in via Valeri, due complici le hanno rubato l'ingente somma di denaro in contanti con uno stratagemma prima di far perdere le loro tracce

Una truffa vera e propria, talmente strana che sembra quasi surreale. Vittima una badante rumena pronta a prendere l’autobus che l’avrebbe riportata nel suo paese per un periodo di vacanza. La signora è stata avvicinata da un uomo e una donna, che sono riusciti a sottrarle tutti i risparmi.

FINTA POLIZIOTTA. Il fatto è avvenuto domenica attorno alle 13.15. La badante stava camminando tra via Valeri e via Foscolo, quando un uomo di mezza età con accento rumeno si è offerto di darle una mano con i pacchi, spiegandole che era l’autista dell’autobus che l’avrebbe riportata in Romania. Poco dopo è arrivata un'altra donna, qualificatasi come poliziotta che ha chiesto alla badante e al complice che gli venissero consegnati i soldi che avevano in tasca per un controllo sulla falsificazione delle banconote.

L'AUTISTA. La badante ha affidato i 4.300 euro alla finta poliziotta che ha iniziato a esaminarli con un metal detector. Stessa cosa ha fatto il finto autista, per rendere ancora più credibile la cosa. La complice dopo poco se n’è andata con la cospicua somma, con la scusa esaminare le banconote a ulteriori controlli, facendo perdere le proprie tracce. L’uomo, per destare ancora meno sospetti, ha chiesto altri cinque euro alla badante dicendo di essere rimasto senza e che gli sarebbero serviti per raggiungere l’autobus. Entrambi sono successivamente spariti e alla truffata non è rimasto che sporgere denuncia prima di ripartire per il suo paese. La polizia, che sta passando al setaccio la video-sorveglianza, invita a segnalare eventuali casi simili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento