Una truffa lunga 370 chilometri: dalla Liguria alla Bassa per veder sparire la sua auto

Ha portato l'automobile da vendere fin nel paese del giovane acquirente, lasciandogliela in buona fede in attesa del pagamento che, purtroppo, non è mai riuscito a incassare

Per un padovano truffato ce n'è uno truffatore: se c'è un reato che coinvolge vittime e malintenzionati di ogni genere, sembra siano proprio le truffe via web.

Un viaggio per mezza Italia 

Due gli episodi in provincia negli ultimi due giorni. Il più curioso si è consumato a Ponso, dove un giovane del posto è di fatto scappato con un'auto senza pagarla. Il bello è che il veicolo gli è stato portato dal venditore fin sotto casa, dopo aver percorso mezza Italia. Tutto è cominciato qualche settimana fa con un annuncio su Subito.it, dove un 29enne padovano ha adocchiato un'Alfa Romeo Brera. Dopo i primi accordi, il 46enne di Santa Margherita Ligure che ha messo in vendita l'auto ha accettato di viaggiare fino a Ponso per la consegna. I 6.800 euro sarebbero stati versati con un bonifico una volta visionato il mezzo e completato il passaggio di proprietà.

Sparito a bordo

Si sono incontrati nel paesino padovano, il 29enne ha provato l'auto e insieme hanno espletato le pratiche per la cessione. Tutto regolare, tanto che il ligure ha lasciato l'Alfa al giovane acquirente sicuro che ben presto avrebbe incassato il pagamento. Pagamento che invece non è mai arrivato e che ha costretto il venditore a rivolgersi ai carabinieri non riuscendo più a contattare il padovano. Individuarlo non è stato difficile, a bordo del suo nuovo "acquisto a costo zero". Una volta identificato, il 29enne è stato denunciato per truffa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tablet mai consegnato

Situazione tristemente classica quella che ha invece coinvolto un altro padovano, stavolta nei panni della vittima. Un 33enne di Selvazzano ha chiesto aiuto ai militari per cercare di recuperare 500 euro che aveva versato a un sedicente venditore. Anche in questo caso il veicolo della truffa è stato un sito web di annunci, dove l'uomo ha tentato di comprare un tablet iPad. Come da indicazioni, ha versato la cifra sulla carta Postepay del venditore, che è poi sparito senza mai spedire la merce. Dopo aver segnalato il fatto ai carabinieri, è stato identificato un 33enne mantovano denunciato per truffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutto quello che c'è da sapere sul coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • I familiari non riescono a contattarla: 55enne rinvenuta cadavere in casa

  • Boschi in fiamme sui Colli: nuovi focolai sul monte Solone, tornano in volo gli elicotteri

  • Grigliata, musica e festa nonostante i divieti: intervengono le forze dell'ordine in via Trieste

  • 60enne padovano attraversa l'Italia in camion nonostante la positività al Coronavirus

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: calano i ricoveri e aumentano i guariti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento