menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa disoccupati offrendo posto di lavoro in cantieri edili "fantasma"

Un'inesistente cooperativa avrebbe ingannato almeno un centinato di persone in tutta Italia, anche nel Padovano. Il fantomatico datore di lavoro è agli arresti domiciliari

La Guardia di Finanza ha ricostruito la truffa messa a segno da un'inesistente cooperativa, che avrebbe ingannato almeno un centinato di disoccupati in tutta Italia, di questi oltre 50 sono già stati identificati. Il titolare della falsa cooperativa, ora agli arresti domiciliari, con la collaborazione di un complice, denunciato a piede libero, utilizzava un sito web per offrire posti di lavoro in cantieri edili "fantasma" nelle province di Verona, Mantova, Vicenza, Padova, Venezia, Livorno, ma anche a Sofia, capitale della Bulgaria.

DISOCCUPATI DISPERATI RAGGIRATI. "Firmate il contratto, versate 200 euro e fornite le vostre taglie per l'abbigliamento da lavoro". Sono le parole con cui numerosi disoccupati in preda alla disperata ricerca di un posto di lavoro sono stati raggirati dal fantomatico imprenditore che, assieme al complice, dopo avere incassato migliaia di euro e annunciato telefonicamente che il lavoro era rinviato per motivi burocratici, si dileguava.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento