menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acqua inquinata dai rubinetti: la truffa dei falsi operatori Etra

Numerose le segnalazioni di tentati raggiri che ogni mese arrivano al call center e agli sportelli della società che gestisce il servizio idrico in molti comuni del Padovano. L'ultima da Loreggia, nel mirino una coppia di anziani

Dalla vendita di depuratori d’acqua alla richiesta di pagamento di insoluti nelle bollette o alla verifica che l'acqua che esce dai rubinetti non sia inquinata. Sono gli espedienti di volta in volta inventati da malintenzionati che si presentano come addetti di Etra a scopo truffaldino. Sono numerose le segnalazioni che ogni mese arrivano al call center e agli sportelli della multiutility. L’ultima nei giorni scorsi da Loreggia, nel mirino una coppia di anziani.

DIFFIDARE DAI SEDICENTI ADDETTI. La scusa, questa volta, quella appunto di verificare che l’acqua che esce dai rubinetti non sia inquinata. Nei mesi passati molte altri tentativi di truffa si sono registrati da sedicenti addetti Etra che suonavano ai campanelli. La società che gestisce il servizio idrico ricorda che nessuno è autorizzato a raccogliere denaro a domicilio, per nessun motivo. Un addetto o un tecnico Etra deve essere dotato di tesserino di riconoscimento e non è mai autorizzato a chiedere soldi, che, in caso di interventi a pagamento, vengono addebitati in bolletta.

INFO. In caso di dubbio è sempre opportuno rivolgersi al numero verde di Etra 800.566766 per il servizio idrico, 800.247.842 per il servizio rifiuti, entrambi attivi dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento