Cronaca

Vigonza, Villanova Camposampiero Truffa della "forchetta" ai postamat

Due i correntisti derubati di 70 e 200 euro agli sportelli dei due uffici postali nel fine settimana. I malviventi bloccano l'ingranaggio che eroga il denaro, ritornando quando il cliente si è allontanato a mani vuote

Entrano in azione mentre gli uffici postali sono chiusi. Quando, nel fine settimana, il correntista si presenta al postamat per prelevare, hanno già sabotato l'ingranaggio che eroga i contanti mediante l'applicazione di una specie di "forchetta" che tiene bloccati i soldi ed impedisce al cliente di entrare in possesso del denaro a tutti gli effetti emesso dallo sportello. Quindi, quando l'ignara vittima si allontana credendo in un malfunzionamento dell'apparecchio, i ladri ritornano sul posto e, rimuovendo la forcella, si impossessano dei soldi. È la cosiddetta truffa "della forchetta".

A NOVEMBRE: LA STESSA TRUFFA NELL'ALTA PADOVANA

A VIGONZA E VILLANOVA. A rimanerne vittima, lo scorso weekend, due clienti delle poste di Vigonza e Villanova di Camposampiero. Che avevano richiesto rispettivamente 70 e 200 euro ma che, truffati, si sono allontanati a mani vuote dagli sportelli. Ad accorgersi della truffa sono stati, il lunedì mattina, i direttori degli uffici. Sui due episodi indagano i carabinieri della stazione di Pionca.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigonza, Villanova Camposampiero Truffa della "forchetta" ai postamat

PadovaOggi è in caricamento