Cronaca

Truffa del fotovoltaico, indagati 2 padovani: sequestri per 24 milioni

Due aziende del Padovano sotto inchiesta per evasione fiscale. La procura di Milano nei giorni scorsi ha disposto la confisca di beni mobili e immobili nei confronti di due ex dipendenti della ditta di Carmignano

False fatturazioni e Iva evasa per milioni di euro. L'inchiesta, partita nei mesi scorsi da Reggio Emilia, ha condotto la Guardia di Finanza fino a Padova. Due aziende nel mirino degli investigatori, entrambe leader, prima della chiusura, nel settore del fotovoltaico. La prima con sede a Carmignano di Brenta in via Postumia Vecchia; la seconda in via Nona Strada a Padova. I due titolari erano già stati denunciati. Ora la procura di Milano, come riportano i quotidiani locali, avrebbe disposto il sequestro di beni mobili e immobili nei confronti di altre due persone, un 34enne residente a Villafranca in via Colombo, nella frazione di Taggì di Sotto, e una 46enne di Tombolo in via Sant'Antonio.

I SEQUESTRI. 12 milioni di euro: è la cifra stabilita dal gip di Milano, per entrambi gli indagati, come "sequestro per equivalente", in risarcimento del danno perpetrato nei confronti dello Stato. Nei giorni scorsi i finanzieri, coadiuvati dal Nucleo di polizia tributaria, hanno proceduto alle confische. L'indagine era scattata lo scorso febbraio, quando era venuto a galla il sistema di fatturazioni fasulle. Le due aziende avrebbero emesso false dichiarazioni fiscali per ottenere grossi finanziamenti dai fondi dell'Unione Europea, impiegati in maniera irregolare, e per scaricare costi in realtà inesistenti.

GLI INDAGATI. Entrambi gli indagati lavoravano per la ditta di Carmignano, il primo nell'ufficio tecnico, dove si occupava del rilascio dei certificati di conformità dei moduli fotovoltaici; la seconda era impiegata nella logistica e al magazzino, responsabile dei rapporti con i fornitori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa del fotovoltaico, indagati 2 padovani: sequestri per 24 milioni

PadovaOggi è in caricamento