Maxi truffa in azienda: il falso corriere ritira 60mila euro di merce e sparisce

Colpaccio mercoledì pomeriggio ai danni di una nota ditta di abbigliamento di Fontaniva. Un uomo spacciandosi per dipendente di un corriere si è fatto consegnare diversi capi di pregio

La sede dell'azienda teatro della truffa

Ha recitato alla perfezione la parte dell'autista, con tanto di divisa, spiegando di dover ritirare della merce per conto della società di logistica e trasporti Tnt. Una pantomima tanto ben studiata da non aver insospettito nessuno, almeno fino a quando un controllo ha portato a galla la verità.

La truffa

Ha dell'incredibile quanto mercoledì in via del Lavoro a Fontaniva, dove ha sede la Gefin Srl che gestisce il celebre marchio Cortigiani con negozi e showroom a Cortina, Milano e all'estero. Nel pomeriggio era atteso un corriere che avrebbe dovuto prelevare una partita di capi d'abbigliamento. Qualche ora prima è arrivata la telefonata di una persona che, spacciandosi per la Tnt, ha spiegato il loro addetto sarebbe arrivato in anticipo e con un furgone anonimo, poiché tutti quelli aziendali erano occupati. Quando l'autista, vestito di tutto punto, è arrivato in sed la merce gli è stata regolarmente consegnata e una volta ottenuta l'uomo si è allontanato.

L'allarme

Solo la mattina seguente, verificando lo stato della spedizione, si sono resi conto di aver affidato 58mila euro di prodotti a un truffatore. Quel falso corriere nulla c'entrava con la società di trasporti e di fatto aveva appena intascato gli abiti. Il titolare ha quindi allertato i carabinieri di Cittadella, che raccolte le testimonianze dei presenti hanno avviato la caccia all'uomo per rintracciarlo.

Le indagini

Tanti gli interrogativi, a partire da come il truffatore potesse sapere della merce pronta da consegnare. Evidentemente era a conoscenza della spedizione, ma come è riuscito a spacciarsi per un corriere e ad averne l'abbigliamento? Ha agito con la complicità di qualcuno? Si è trattato di un furto su commissione? A tutte queste domande stanno cercando di dare risposta gli inquirenti, che stanno visionando le telecamere di zona per capire come il fuggiasco sia arrivato e ripartito da via del Lavoro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento