menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venditore porta a porta, sfrutta il suo lavoro per truffare e derubare i clienti

Un trevigiano, dipendente di un'azienda che fornisce energia elettrica, è stato denunciato dopo aver raggirato un padovano mandandolo in confusione e svuotandogli il portafoglio

Approfittando del suo lavoro porta a porta ha truffato e derubato un uomo, che ha raccontato tutto ai carabinieri.

Un'escalation negativa

Impressiona il numero di truffe degenerate in furti e rapine che negli ultimi giorni hanno avuto come vittime padovani di ogni età. Ad accomunare le più efferate c'è un dettaglio un tempo usato nei raggiri agli anziani, ma che ora pare molto apprezzato dai malviventi: il travestimento. Forze dell'ordine, tecnici, avvocati: i truffatori inventano di tutto pur di risultare credibili. Eppure stavolta la messinscena è stata diversa, perché il delinquente era davvero un venditore.

Il raggiro

É successo a Este, dove fortunatamente la situazione non è degenerata come in altre occasioni. A far partire le indagini è stata la vittima, riferendo ai carabinieri la vicenda. Il 23 ottobre alla sua porta ha suonato un uomo, qualificandosi con dipendente di un'azienda che si occupa di energia elettrica. Si è accomodato in casa e tra un investimento e un piano tariffario ha mandato in confusione il possibile cliente. Alla fine dell'incontro è riuscito a fargli firmare un contratto (vero) per cambiare operatore. Era questo l'obiettivo del venditore, ma l'uomo non si è accontentato.

Il furto

Finito il lavoro "ufficiale", ha approfittato di un momento di distrazione per rubare dal portafoglio della vittima 40 euro in contanti, prima di allontanarsi. Accortosi dell'ammanco il padovano ha chiesto aiuto ai militari, che credevano di trovarsi davanti al tipico truffatore mascherato da addetto alle vendite. Invece era tutto vero, dal contratto all'assunzione dell'uomo, confermata dall'azienda. A quel punto identificarlo è stato facile, anche se sono dovuti arrivare fino a Treviso. Qui infatti, a Quinto, vive il 50enne denunciato per furto in abitazione e truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento