menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trebaseleghe, intasca la pensione della madre morta per oltre 2 anni

La mamma era deceduta nel luglio 2011. Ogni mese riscuoteva i suoi mille euro. Il presunto raggiro è stato scoperto ad ottobre del 2013. Un 50enne è accusato di indebita percezione di soldi ai danni dello Stato

Per oltre due anni avrebbe continuato a percepire la pensione della madre morta. Mille euro al mese che sarebbe riuscito a riscuotere perché aveva la delega a prelevare. Nonostante il decesso della donna, i soldi erano stati regolarmente versati dall'Inps, ma, come riportano i quotidiani locali, il figlio della defunta, 50enne di Trebaseleghe, si sarebbe guardato bene dal segnalare il disguido.

PENSIONE DELLA MADRE MORTA. La morte della donna sarebbe avvenuta il 15 luglio 2011. Il raggiro sarebbe invece stato scoperto nell'ottobre 2013. L'indagato si sarebbe infatti presentato all'istituto di credito, per ritirare la pensione "incriminata". Un funzionario gli avrebbe domandato: "Come sta sua madre?". E lui, senza pensarci, si sarebbe tradito: "È morta". E allora perché quell'uomo stava ritirando i soldi?

L'ACCUSA. Da lì sarebbero scattati gli accertamenti che avrebbero portato ad una serie di anomalie. Il pm Francesco Tonon ha aperto un fascicolo nei confronti del 50enne di Trebaseleghe: l'accusa è di indebita percezione di soldi ai danni dello Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento