menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Versa cinquecento euro per il tablet e viene raggirato, non si ferma il boom di truffe online

Nuovo caso di raggiro ai danni di un padovano, che dopo aver pagato un sostanzioso acconto non ha mai ricevuto il prodotto richiesto. Sempre la stessa la tecnica dei truffatori

Ancora un caso di raggiro informatico, ancora attraverso il portale Subito.it. Vittima anche stavolta un uomo residente nella provincia padovana che, grazie alla denuncia sporta alle forze dell'ordine, ha permesso di identificare il truffatore.

La vicenda

Il copione è sempre lo stesso: l'acquirente si fa avanti per comprare un prodotto, versa una parte della somma richiesta e non riesce più a contattare il venditore, che sparisce insieme alla merce. Stavolta è toccato a un 52enne di Ospedaletto Euganeo, che sul sito di compravendita online ha cercato di acquistare un tablet Apple Ipad Pro, in vendita al prezzo di 500 euro.

L'identificazione

L'uomo ha contattato il venditore a cui ha subito versato 480 euro come anticipo tramite ricarica su un conto Paypal. Dopo aver incassato la cifra, il venditore ha smesso di rispondere ai messaggi del padovano, con cui avrebbe dovuto accordarsi per la consegna del prodotto. Resosi conto della truffa, il 52enne si è rivolto ai carabinieri di Este che hanno avviato le indagini. Dopo essere risaliti all'identità del malvivente grazie ai dati forniti dalla vittima, alle 11 di martedì 20 marzo i militari hanno denunciato in stato di libertà per il reato di truffa M.J., 26enne residente a Castellaneta in provincia di Taranto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento