menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa delle caldaie a ossidrogeno: un caso anche a Padova, coinvolte migliaia di persone

I ministeri hanno dichiarato fuori norma il gas che sarebbe dovuto servire a produrre un sensibile risparmio sia nelle caldaie, sia nelle automobili, sia nei camion e nei bus

La truffa coinvolge automobili, autobus, camion e anche le caldaie di casa. E persone che si sono fidate ce ne sono un po’ in tutto il Veneto, compreso a Padova dove un ignaro consumatore è stato tratto in inganno.

OSSIDROGENO

La questione riguarda l’installazione delle caldaie di compensazione collegate a un sistema di ossidrogeno, che avrebbe fatto risparmiare anche il 40% sul riscaldamento. Gli impianti aggiuntivi di ossidrogeno vengono spesso proposti da rivenditori porta a porta, un gas che prodotto dall’elettrolisi con l’acqua dovrebbe abbattere i costi dei consumi. Il problema è che il prodotto in questione è fuori legge e durante il collaudo l'incaricato può solo dichiarare fuori norma la caldaia, staccando l'impianto e rendendolo di fatto inutilizzabile.

DA DUE ANNI

“Non essendo il sistema a norma secondo il ministero non può essere utilizzato nelle caldaie domestiche, così come nei camion, negli autobus e nelle macchine - spiega Paolo Schiona, dell’associazione dei consumatori Adiconsum di Padova e Rovigo - Sono due anni che questa gente opera, utilizzando il porta a porta, falsificando anche la loro identità, ne sono stati venuduti un sacco”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento