menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un immagine del reparto di pediatria

Un immagine del reparto di pediatria

Spilla denaro vendendo santini Truffatore in pediatria a Padova

42enne di Torino sorpreso a girare per il reparto chiedendo denaro in cambio di immagini sacre di santi e madonne. Ai genitori dei piccoli degenti diceva che il ricavato andava a un'associazione benefica, non era vero

I ladri non lasciano in pace l'ospedale di Padova. Dopo il recente episodio verificatosi ad oncoematologia pediatrica, questa volta ad entrare in azione, giovedì pomeriggio, un abitué della truffa: il 42enne torinese Giuseppe S. che, come riportano i quotidiani locali, è stato sorpreso a vendere a genitori e familiari dei bimbi ricoverati in pediatria santini raffiguranti santi e madonne spacciandosi per membro di un'associazione benefica che si sarebbe occupata proprio dell'assistenza ai piccoli ricoverati. Sostenendo che il ricavato fosse destinato a scopi solidali dunque, l'uomo si aggirava per le corsie cercando di smerciare le immagini per intascare denaro. Beccato dalla polizia su segnalazione di un potenziale "cliente", è stato denunciato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Per lui inoltre il questore ha firmato un foglio di via obbligatorio e non si esclude gli venga attribuito un ulteriore reato.
   
I PRECEDENTI. Il 42enne, che all'arrivo degli agenti ha tentato la fuga, una volta bloccato ha opposto resistenza in tutti i modi, ma i suoi precedenti, collezionati in mezza Italia, non hanno lasciato spazio a dubbi. Dal 1992 ha iniziato a compiere reati di truffa in varie forme e a colpire negli ospedali, per esempio a Chioggia, Novara e Udine. Ma non è nuovo neanche alla città del Santo dove sei anni fa è stato protagonista di una rapina vera e propria.
   



Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento