Etra mette in guardia i cittadini dai tentativi di truffa, ecco i consigli utili per gli utenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Etra segnala che diversi spiacevoli episodi di tentata truffa si sono verificati nella ultime settimane e consiglia ai cittadini di non abbassare la guardia e tenere sempre gli occhi bene aperti, anche e soprattutto nel periodo estivo.

I SUGGERIMENTI DI ETRA. Se si presenta qualcuno alla porta dichiarandosi inviato da Etra è sempre doveroso verificare, chiamando il Numero Verde gratuito del servizio idrico 800.566.766 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20). Gli operatori di Etra portano sempre un tesserino identificativo, ma è bene telefonare all'azienda per chiedere se effettivamente vi siano lavori o servizi attivi in zona. Se qualcuno chiede di entrare in casa per verificare la qualità dell’acqua che esce dai rubinetti, ricordate che la verifica dello stato delle tubature che dall’allacciamento arrivano ai rubinetti delle abitazioni non è di competenza di Etra, che per i suoi controlli agisce sulle condotte stradali e non nelle case. Gli operatori di Etra non chiedono mai di accedere all’interno delle case, a meno che il contatore si trovi all’interno dell’abitazione. Nessuno è autorizzato da Etra a chiedere denaro poiché tutti i rapporti economici fra Etra e gli utenti vengono registrati direttamente in bolletta, sia nel caso di pagamento che di rimborso. Infine, nessun operatore o tecnico di Etra è autorizzato a far firmare a domicilio contratti o moduli.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento