Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Boom di truffe: il sogno di vedere gli U2 in concerto si infrange, i biglietti non esistono

La donna che ha perso denaro e ticket è solo una delle ultime vittime dei raggiri online. Con lei altri due padovani. Un 40enne è invece riuscito a spillare un prezioso orologio

I carabinieri hanno scoperto due truffe consumate su internet ai danni di tre padovani. Quattro le persone denunciate, a cui si aggiunge un uomo accusato di aver sottratto con l'inganno un gioiello da un negozio.

Il sogno spezzato

I militari di Vigodarzere sono riusciti a individuare le responsabili di un imbroglio che ha fatto perdere centinaia di euro a una donna del posto. La vittima è arrivata in caserma dopo aver capito di essere stata truffata durante l'acquisto di due ambitissimi biglietti per il concerto degli U2 al Forum di Assago dello scorso ottobre. Dopo una lunga ricerca era riuscita a scovare due degli ormai introvabili tagliandi spulciano tra gli annunci del sito Kijiji. Aveva immediatamente contattato il venditore, spedendogli i 240 euro richiesti. Purtroppo però a quel concerto non ha potuto partecipare: la trasferta milanese è andata a monte perché dei biglietti, come pure del venditore, ha perso ogni traccia. Senza soldi nè ticket ha chiesto aiuto ai carabinieri, che dopo una lunga indagine lunedì hanno denunciato per truffa la 31enne napoletana M.L. e la 18enne di Udine D.M.

Doppio imbroglio... al contrario

Truffa al contrario invece a Carmignano, dove due ignari venditori padovani sono stati raggirati da altrettanti sedicenti clienti. Protagonista dell'inganno è la coppia formata dal 49enne veneziano S.O. e dalla vicentina 45enne G.S., senza fissa dimora. I due, in occasioni distinte, hanno contattato un 77enne e una 54enne padovani che avevano messo in vendita su Subito.it rispettivamente un'auto usata e una poltrona. La scusa per il raggiro è stata classica: «Io voglio comprare la tua merce, ma perché io possa pagarti tu devi prima versare sul mio conto la cifra per sbloccare il pagamento, poi io te la restituisco». Facendo leva sulla scarsa dimestichezza dei venditori, sono riusciti a convincerli facendosi pagare in totale 3.120 euro. Denaro che avrebbero dovuto restituire, ma che ovviamente è sparito. A fronte della doppia richiesta di aiuto i carabinieri hanno avviato le indagini e sono riusciti a risalire alla coppia, denunciata per truffa in concorso.

Con l'inganno sparisce l'orologio

E deve rispondere di truffa anche M.L., 40enne di Abano già noto alle forze dell'ordine. Lo hanno individuato i carabinieri di Padova dopo la segnalazione di un negoziante del capoluogo. L'uomo si era spacciato per cliente, chiedendo di vedere alcuni pregiati cronografi per acquistarne uno. É riuscito a mandare in confusione il commesso, approfittando di un attimo di distrazione per scappare con un costoso orologgio del valore di mille euro. La vittima ne ha fornito la descrizione agli inquirenti, che dopo alcune indagini sono risaliti al responsabile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di truffe: il sogno di vedere gli U2 in concerto si infrange, i biglietti non esistono

PadovaOggi è in caricamento