menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il vademecum della polizia contro le truffe online. Tutti i consigli per fare acquisti sicuri

Otto semplici regole da seguire affinché lo shopping su internet non si trasformi in un incubo

A fronte del dilagare delle truffe online, che ogni giorno nel Padovano mietono nuove vittime, la polizia mette in guardia i cittadini dagli affari online troppo vantaggiosi e dal comunicare a estranei i propri dati personali.

Le indagini

Gli ultimi due casi seguiti dagli investigatori del Compartimento polizia ostale e delle comunicazioni di Venezia e della dipendente sezione di Padova, hanno permesso di individuare e denunciare tre truffatori. Vittime una 44enne di Brindisi e un 60enne Veneziano.

Il truffatore padovano

La donna pugliese era stata attratta dall'annuncio di vendita per un cucciolo di pastore tedesco. Contattato il venditore, la 44enne ha accettato di versare 150 euro su una carta Postepay a titolo di acconto, salvo poi perdere ogni traccia senza naturalmente avere più notizie dell'animale. In seguito alle indagini è stato rintracciato il colpevole, un 54enne padovano con una sfilza di precedenti specifici.

Il caso a Venezia

Il veneziano invece, dopo aver comprato online un elettrodomestico per ben 4mila euro, si è reso conto che dal suo conto corrente erano partiti diversi addebiti, da lui mai autorizzati. A finire nei guai stavolta una coppia di coniugi di Reggio Emilia, anche loro pluripregiudicati, scovati grazie alla collaborazione con l'azienda tedesca che aveva prodotto l'elettrodomestico. i due truffatori avevano comprato la merce sul sito della ditta e se l'erano fatta consegnare prima di rimetterla in vendita.

Le indicazioni utili

L'invito delle forze dell'ordine è quello di non sottovalutare i rischi delle transazioni online, che per quanto comode e rapide, nascondono numerose insidie. Per consentire a tutti di fare shopping su internet in totale sicurezza, la polizia ha stilato un vademecum.

1. Software e browser aggiornati

Il primo passo per acquistare in sicurezza è avere sempre un buon antivirus e un browser aggiornati all’ultima versione.

2. Siti certificati o ufficiali

Le occasioni troppo golose vanno sempre verificate anche su altri siti, dando la preferenza a negozi online di grandi catene già note perché oltre ad offrire sicurezza in termini di pagamento sono affidabili anche per quanto riguarda l’assistenza e la garanzia. In caso di siti poco conosciuti si può controllare la presenza di certificati di sicurezza quali Trust e Verified / VeriSign Trusted che permettono di validare l’affidabilità del sito web.

3. Dietro a un indirizzo sempre un vero negozio

Prima di completare l’acquisto verificare che il sito sia fornito di riferimenti quali un numero di partita iva, un numero di telefono fisso, un indirizzo fisico e ulteriori dati per contattare l’azienda. I dati fiscali sono facilmente verificabili sul sito istituzionale dell’Agenzia delle entrate.

4. Leggere sempre i commenti e i feedback

Prima di passare all’acquisto del prodotto è buona norma leggere i “feedback” pubblicati dagli altri utenti e le informazioni sull’attendibilità del sito attraverso i motori di ricerca, sui forum o sui social.

5. Usare le app ufficiali dei negozi online

Se si sceglie di acquistare da grandi negozi online, il consiglio è quello di utilizzare le app ufficiali dei relativi negozi per completare l’acquisto. Questo semplice accorgimento permette di evitare i rischi di “passare” o “essere indirizzati” su siti truffaldini o siti clone che potrebbero catturare i dati finanziari e personali inseriti per completare l’acquisto.

6. Preferire le carte ricaricabili

Per completare una transazione sono indispensabili pochi dati come numero di carta, data di scadenza della carta e indirizzo per la spedizione. Se un venditore chiede ulteriori dati probabilmente vuole assumere informazioni personali (numero del conto, pin o password) che, in quanto tali, dovete custodire gelosamente e non divulgare. Al momento di concludere l’acquisto, la presenza del lucchetto chiuso in fondo alla pagina o di “https” nella barra degli indirizzi sono ulteriori conferme sulla riservatezza dei dati inseriti nel sito e della presenza di un protocollo di tutela dell’utente, ovvero i dati sono criptati e non condivisi.

7. Attenti a phishing e/o smishing

Ovvero nella rete di quei truffatori che attraverso mail, sms e avvisi contraffatti, richiedono di cliccare su un link per raggiungere una pagina web trappola e sfruttando meccanismi psicologici come l’urgenza o l’ottenimento di un vantaggio personale, riusciranno a rubare informazioni personali. L’indirizzo internet a cui tali link rimandano differisce sempre, anche se di poco, da quello originale.

8. Assicurare gli acquisti

Oltre che controllare i dettagli della transazione e le modalità di consegna, è importante scegliere sempre una spedizione tracciabile ed assicurata. Il costo potrebbe essere di poco superiore ma permette di sapere in modo certo e tempestivo dove si trova l’oggetto acquistato fino alla sua consegna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento