Raggiri nel settore automobilistico: il campo dei motori è il preferito dai truffatori online

Altri due episodi confermano che quella dei veicoli e degli accessori per auto è una delle categorie più sfruttate da chi approfitta di acquirenti ignari nascondendosi nel web

Si riconferma il trend delle truffe online che incastrano vittime inconsapevoli puntando sul settore dell'auto: due i casi negli ultimi giorni, con due 40enni padovani raggirati.

Prezzi stracciati

Il primo caso ai danni di un uomo di Villa Estense, che aveva cercato di acquistare su Subito.it due serie di cerchi in lega. Attirato dal vantaggioso prezzo di 800 euro, il padovano ha contattato il venditore iniziando un fitto scambio di messaggi per accordarsi su tempistiche e pagamenti. Contrariamente al solito i contatti sono stati frequenti, tanto che la vittima era arrivata a fidarsi completamente della persona che stava dall'altra parte dello schermo. Dopo lunghe conversazioni anche telefoniche, il padovano ha versato la somma su una carta prepagata, attendendo la spedizione della merce.

I riscontri

Dopo diversi giorni, dei cerchi in lega nessuna traccia. Il 40enne ha cercato in ogni modo di ricontattare il venditore, senza successo. A quel punto si è rivolto ai carabinieri di Este, che hanno avviato le indagini incrociando i dati del conto corrente e dell'utenza telefonica. Martedì l'identificazione dei due truffatori, il 31enne trapanese C.F. e la 42enne catanese G.C. I due siciliani, che si erano accordati per raggirare l'uomo e sono stati denunciati per truffa, avevano già una lunga serie di precedenti specifici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il copione si ripete

Identica la dinamica del raggiro che ha colpito un 44enne di Limena, che sullo stesso portale di vendite online ha tentato di comprare un'automobile per mille euro. Anche in questo caso dopo il versamento della somma a titolo di caparra la venditrice si è dileguata, senza mai consegnare il veicolo. Gli accertamenti sono stati affidati ai militari della stazione locale che hanno raccolto la denuncia della malcapitata e che hanno poi denunciato a piede libero una 48enne di Modena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Sr 308, morti il 19enne alla guida dell'auto e il camionista

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Mister Italia 2020: un 27enne di San Martino di Lupari vola in finale

  • Giro d'Italia 2020: nuova data per la tappa di Monselice, inserita l'ascesa al Roccolo

  • Vaccino anti-Coronavirus, pronta a partire la sperimentazione in Veneto: l'annuncio della Regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento