menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo, Padova come l'antica Roma con la ristrutturazione dell’arena

Il sito archeologico è uno dei luoghi più belli e storici della città ed è per questo che l'assessore comunale all'edilizia pubblica Luisa Boldrin ha deciso di recuperarlo con un'operazione di restauro che vanta già il recupero della porta trionfale di ingresso

Operazione ristrutturazione dell’arena romana.

IL PROGETTO. L’assessore comunale all’edilizia pubblica Luisa Boldrin ha deciso, infatti, di restaurare e valorizzare uno dei siti archeologici più belli della città di padova.

GLI INTERVENTI. Il primo passo è stato il restauro della porta trionfale di ingresso dalla quale in epoca romana, appunto, entravano i gladiatori e che è stata abbellita in epoca medievale con la successiva merlatura. Il restauro, però, nei progetti non finisce qui anzi è ben più ampio e riguarda anche il recupero di alcuni resti dei muri ellittici dell'anfiteatro e altri punti dell’Arena. Sul piatto ci sarebbero già 200mila euro.


"UNA DELLE ARENE PIU' IMPORTANTI". L'assessore all'Edilizia pubblica Luisa Boldrin alla presentazione della conclusione degli ultimi interventi di restauro ha dichiarato: "Si tratta di una delle arene più importanti dell'Impero Romano seconda per dimensioni solo al Colosseo. Un monumento di grande fascino: gli scavi archeologici fatti hanno dimostrato che la quota romana è quella che calpestiamo ancor oggi. Ma adesso chi entra percepisce un giardino romantico, non la struttura romana: vogliamo valorizzare la caratteristica forma ellittica del monumento antico. Con gli interventi appena realizzati abbiamo restaurato l'arco d'ingresso, con rinforzo statico e miglioramento antisismico, abbiamo ricomposto una delle tre arcate dell'ellissi mediana e ripristinato dei brani di mura dell'ellissi interna, che hanno rivelato una bellezza particolare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento