Cronaca

Case di riposo: 36 decessi da inizio emergenza, al via i tamponi rapidi per gli ospiti

Punto stampa nella mattinata di venerdì per l'Ulss 6 euganea che ha fornito i numeri delle 37 strutture e spiegato le criticità riscontrate finora nelle varie sedi

Punto stampa per l'Ulss 6 Euganea che venerdì mattina ha toccato vari temi tra cui quello delle case di riposo dove il numero dei decessi è salito a 36 con un nuovo lutto anche questa notte. Le situazioni maggiormente attenzionate restano quelle delle residenze di Merlara, Monselice, Galzignano e l'Ira a Padova.

Kit rapidi

Domenico Scibetta, il direttore generale dell'Ulss 6 Euganea, ha spiegato come: «Si stanno avviando i test rapidi per avere la risposta della positività nel giro di un'ora che potranno dare spiegare anche l'eventuale presenza o meno degli anticorpi. In termini di sostegnon organizzativo il monitoraggio è costante. Sono importanti il rispetto rigoroso delle regole comportamentali. Alcune risorse che erano impiegate nei centri diurni (ora chiusi) sono state dirottate verso le situazioni più critiche. E' importante che ci vengano chiesti i fabbisogni reali non che i dirigenti delle strutture esagerino».

Bollettino

Il dotto Paolo Fortuna ha poi aggiornato il bollettino: «Nella giornata di oggi abbiamo riscontrato un solo caso di positività. Stiamo tamponando tutti. Al momento dei 5586 residenti abbiamo coperto il 20% della popolazione oltre che il grosso degli operatori per un totale di circa 3mila tamponi. Ad oggi i positivi tra i degenti sono 254. I decessi sono saliti a 36 dato che purtroppo stanotte un ospite non ce l'ha fatta ed è morto»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case di riposo: 36 decessi da inizio emergenza, al via i tamponi rapidi per gli ospiti

PadovaOggi è in caricamento