menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Umberto Dosselli,

Umberto Dosselli,

Fisica nucleare, da Padova a Ginevra: Dosselli nominato attaché

Dirigente di ricerca dell'Infn, volerà in Svizzera per occupersi dello sviluppo delle relazioni del mondo scientifico e tecnologico italiano con le Organizzazioni internazionali

Umberto Dosselli, dirigente di ricerca dell’Istituto nazionale di fisica nucleare di Padova, è stato nominato nuovo addetto scientifico alla rappresentanza permanente d'Italia alle Organizzazioni internazionali di Ginevra. Dosselli è stato scelto tra 82 candidati, selezione che si è svolta in stretto coordinamento tra il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (Maeci) e il ministero dell'Istruzione, dell'università e della ricerca.

RUOLO. A Ginevra Dosselli si occuperà dello sviluppo delle relazioni del mondo scientifico e tecnologico italiano con le Organizzazioni internazionali, con particolare focus sul Cern, l’Organizzazione Mondiale Meteorologia (Wmo) e l’Unione internazionale delle telecomunicazioni (Itu).

CHI È. Dosselli è nato nel 1955 a Lovere, in provincia di Bergamo, e si è laureato in Fisica a Torino nel 1979. Ha alle spalle una brillante carriera nel campo della fisica delle particelle, in parte trascorsa nei laboratori ginevrini del Cern (European organization for nuclear research) dove ha lavorato dal 1978 al 1985. Dal 2000 è stato parte attiva dell’esperimento Compact muon solenoid (Cms) del Large Hadron Collider (Lhc), che ha portato alla scoperta del bosone di Higgs.

INCARICHI. All'interno dell'istituto di fisica nucleare, dal 2001 al 2004 è stato presidente della commissione scientifica per esperimenti in fisica delle alte energie; dal 2004 al 2011 è stato membro della Giunta esecutiva; dal 2008 al 2011 è stato vice presidente dell’Ente; dal 2011 al luglio 2015 è stato direttore dei laboratori nazionali di Frascati, una grande infrastruttura di ricerca con 400 persone di staff e apparati scientifici di grande rilievo internazionale. Dal 2010 è membro del Cda della fondazione Bruno Kessler della provincia autonoma di Trento.

PUBBLICAZIONI. Ha lavorato a lungo anche presso l’acceleratore Desy (Deutsches elektronen-synchrotron) di Amburgo. Ha all’attivo circa 430 pubblicazioni scientifiche e ha maturato una considerevole esperienza internazionale, sia nella gestione e valutazione di grandi progetti di ricerca, sia  nell’organizzazione di eventi scientifici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento