Solidarietà e consumo consapevole: arriva anche a Padova "Un pasto al giorno"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Apg23, comunità che ogni giorno mette a tavola 41mila persone nelle sue oltre seicento realtà di accoglienza in trentotto Paesi del mondo, promuove la manifestazione "Un Pasto al Giorno".

Il 29 e 30 ottobre i volontari di Apg23 saranno a Padova dove, in cambio di un'offerta libera, regaleranno un pacco di pasta da cento grammi circa (simbolicamente un pasto) e un ricettario "antispreco" con dodici ricette realizzate con scarti alimentari (quelli che siamo abituati a gettare nell'umido) come bucce della frutta o della verdura per imparare a mangiare senza sprecare.

A Padova e provincia saranno oltre quaranta postazioni di Apg23: grazie alle donazioni, Apg23 potrà continuare a garantire il proprio aiuto agli oltre 41mila fratelli in difficoltà.

Coldiretti ha recentemente calcolato che il valore monetario degli sprechi alimentari ammonta a 12,5 miliardi, di cui il 54% proveniente proprio dal consumo, il 15% dalla ristorazione, l'8% dall'agricoltura e il 2% dalla trasformazione. Educare al consumo responsabile partendo dalle nostre abitudini in cucina, anche con un "tocco gourmet", è la chiave per creare una nuova cultura.
Solidarietà, responsabilità e dignità, dunque, sono le chiavi per riequilibrare questo sbilanciamento, creando da un lato una nuova cultura del riutilizzo e attribuendo dall'altro una dignità nuova sia a chi ha bisogno di aiuto sia a chi lo sostiene attestando un protagonismo attivo di entrambi e stabilendo tra loro una forte connessione: la fraternità.

"Anche attraverso il cibo si realizza la dignità dell'uomo, - afferma Giovanni Ramonda, responsabile generale Apg23 - perché significa affermare e rispettare il diritto al cibo: uno dei diritti umani fondamentali. L'eccedenza, la facilità nel 'buttar via' infatti, è sinonimo di indifferenze ed insensibilità, gli stessi atteggiamenti che portano all'emarginazione di tanti concittadini, lasciati soli ad affrontare i problemi e le difficoltà della vita.
Il nostro pacco di pasta, dunque, vuol essere il simbolo di un nuovo patto sociale, che consente di accrescere se stessi aiutando gli altri, per affermare il concetto di diritto al cibo".

Chi volesse partecipare all'iniziativa collaterale per la divulgazione sul web potrà scattare una fotografia e postarla su Facebook o Instagram utilizzando l'hashtag ufficiale dell'evento #unpastoalgiorno2016.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni e per conoscere le piazze in cui saranno presenti i volontari consultare il sito www.unpastoalgiorno.org

Torna su
PadovaOggi è in caricamento