menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Unioni civili, a Padova si celebrano solo di mercoledì: Zan annuncia battaglia

Il deputato del Pd annuncia un esposto alla Prefettura e un'interrogazione parlamentare. L'onorevole contro la decisione di Bitonci: "Un atteggiamento discriminatorio inaccettabile"

Unioni civili: il giorno del rito non si sceglie, si celebra solo la mattina di mercoledì e non nei fine settimana, come invece è concesso alle altre coppie. Succede a Padova, e a denunciarlo è il deputato del Partito democratico Alessandro Zan, che ha annunciato un esposto alla Prefettura e un'interrogazione parlamentare sulla vicenda.

ZAN. "A Padova le prime coppie che si sono presentate in Comune per prenotare la cerimonia della loro unione civile si sono viste negare il diritto di scegliere il giorno in cui celebrare il rito - dichiara Zan - si sono viste rispondere che a Padova per ordine del sindaco Massimo Bitonci ci si può sposare solo la mattina del mercoledì e non nei fine settimana, come tutte le altre coppie. Imporre le cerimonie la mattina di un giorno feriale significa costringere i cittadini a rinunciare a celebrare con le famiglie e gli amici la loro giornata più importante o quantomeno a rovinarla, confinandola in orari impossibili, riducendo tutto volutamente ad una formalità burocratica. Un atteggiamento discriminatorio inaccettabile - incalza il deputato - l'ennesima prova di viltà di un individuo non all'altezza delle proprie responsabilità. Ma le unioni civili sono legge dello Stato e non sarà un Bitonci qualunque ad ostacolarne la celebrazione. Con l'assistenza di un ufficio legale sto formalizzando un esposto da presentare in Prefettura e sto preparando un'interrogazione parlamentare su quanto accaduto. Non gli darò tregua, potete starne certi. Bitonci alla fine farà esattamente quello che la legge gli impone di fare".

BITONCI. Immediata la replica del sindaco Bitonci: "Il Partito democratico, al quale è iscritto anche Zan, ha votato in consiglio comunale, con la maggioranza, il regolamento sui matrimoni, come previsti dalla Costituzione. Le unioni civili, così come, per esempio, i riconoscimenti della cittadinanza italiana, vengono formalizzati durante i giorni feriali, a Padova e altrove, in un giorno scelto dal dirigente, non dal sindaco, in base alla disponibilità di personale. Proprio a Bologna, per fare un altro esempio, la prima unione civile fra una coppia gay è stata siglata di mercoledì. Prima di parlare, Zan si informi, invece di fare polemiche inutili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento