menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università, si cambia: 33 nuovi dipartimenti al posto dei 65 attuali

Rivoluzione al Bo dove, dal prossimo anno accademico, i dipartimenti saranno ridotti e ricatalogati in tre macroaree. La riorganizzazione in vista dei nuovi compiti assegnati alle strutture dalla legge

Il Senato accademico ha dato il via libera a una ricatalogazione dei dipartimenti universitari, raggruppati in tre macroaree, in vista dei nuovi compiti assegnati alle strutture dalla legge. Al Bo, dagli attuali 65, si è passerà – probabilmente già dal prossimo anno accademico - a 33 nuovi dipartimenti, una riorganizzazione frutto di un lavoro comune e partecipato, da parte di ogni settore dell'Ateneo.

LE 3 MACROAREE. Nella prima “macroarea” confluiranno le ingegnerie, astronomia e astrofisica. Nella seconda medicina, neuroscienze, salute della donna e del bambino, scienze biomediche, cardiologiche, chirurgiche, del farmaco, agronomia, medicina animale. Nella terza macroarea il dipartimento dei beni culturali, scienze politiche, diritto privato, filosofia, scienze storiche, studi linguistici.
 
TUTTI I 33 DIPARTIMENTI. 1) Beni culturali: archeologia, storia dell'arte, del cinema e della musica, con 50 docenti aderenti al progetto che oggi fanno riferimento a 7 dipartimenti;
2) Scienze politiche, giuridiche e atti internazionali (78 docenti afferenti a 4 dipartimenti oggi esistenti);
3) Diritto privato e critica del diritto (46 docenti di 3 vecchi dipartimenti);
4) Filosofia, sociologia, pedagogia e psicologia applicata (141 docenti di 6 attuali dipartimenti );
5) Scienze storiche, geografiche e dell'antichità (60 docenti, di 4 attuali dipartimenti);
6) Studi linguistici e letterari (99 docenti di 5 attuali dipartimenti);
7) Ingegneria civile, edile ed ambientale (64 docenti di 4 attuali dipartimenti);
8) Ingegneria industriale (101 docenti di 6 attuali dipartimenti);
9) Medicina- Dmed (verrà trovato una denominazione meno generica; 85 docenti afferenti a 4 attuali dipartimenti);
10) Medicina molecolare (65 docenti di 4 attuali dipartimenti);
11) Neuroscienze: scienze neurologiche, psichiatriche, sensoriali, ricostruttive e riabilitative (64 docenti di 2 attuali dipartimenti);
12) Salute della donna e del bambino (64 docenti afferenti a 2 attuali dipartimenti);
13) Scienze biomediche (80 docenti afferenti a 5 attuali dipartimenti);
14) Scienze cardiologiche, toraciche e vascolari (devono pervenire le formali adesioni di docenti afferenti all'attuale dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari, più 49 docenti afferenti a 3 attuali dipartimenti);
15) Scienze chirurgiche, oncologiche e gastroenterologiche (62 docenti afferenti a 4 attuali dipartimenti);
16) Scienze del farmaco (54 docenti afferenti a 3 attuali dipartimenti);
17) Agronomia, animali, alimenti, risorse naturali e ambiente (rinvio a settembre, 58 docenti afferenti a 3 attuali dipartimenti);
18) Medicina animale , produzione e salute (rinvio a settembre, 48 docenti afferenti a 4 attuali dipartimenti);
19) Scienze biomediche comparate ed alimentazione (34 docenti afferenti a 5 attuali dipartimenti);
20) Astronomia e Astrofisica, Metodi e modelli matematici.
Restano immutati i dipartimenti di:
21) Geoscienze;
22) Fisica "Galileo Galilei";
23) Matematica pura e applicata;
24) Scienze Chimiche;
25) Ingegneria dell'Informazione;
26) Tecnica e Gestione dei Sistemi Industriali;
27) Psicologia dello sviluppo e della socializzazione;
28) Psicologia generale;
29) Biologia;
30) Scienze Economiche "M.Fanno";
31) Scienze Statistiche;
32) Diritto pubblico, internazionale e comunitario;
33) Territorio e Sistemi Agroforestali.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento