Cronaca

Università Padova, offerta didattica e nuovi assegni di ricerca "senior"

Martedì il senato accademico si è riunito a Palazzo Bo: nuovi corsi di studio in lingua inglese; 60 posizioni di assegni di ricerca, per una spesa di oltre un milione e mezzo per la prima annualità; attivazione corsi di laurea

Offerta didattica e assegni di ricerca "senior" i principali argomenti discussi dal senato accademico che si è svolto martedì a Palazzo Bo a Padova.

CORSI DI STUDIO IN LINGUA INGLESE. Novità per quanto riguarda l’offerta didattica dell’Ateneo. I senatori accademici hanno deliberato di esprimere parere favorevole al cda per l’attivazione dei nuovi corsi di studio in lingua inglese, per l’anno accademico 2015/2016 in Italian food and wine, Mathematical engineering (entrambi magistrali) e Psychology science (triennale).

CORSI ATTIVATI. È stata accolta la richiesta di portare temporaneamente da 15 a 8 il numero di preimmatricolati per l’attivazione del corso di laurea magistrale in Astronomia ed è stato dato il via libera all’attivazione dei corsi di laurea magistrale in Musica e arti performative, Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio, Lingue e letterature europee e americane, Politica internazionale e diplomazia.

NUMERO PROGRAMMATO AD INGEGNERIA. Non è stata approvata la proposta del dipartimento di Ingegneria di Informazione sull’introduzione del numero programmato per i corsi in cui il Dei è dipartimento di riferimento. Alla Scuola di ingegneria il senato accademico ha dato mandato di approfondire i diversi aspetti relativi alla possibilità (o meno) di introdurre nei prossimi anni accademici un numero programmato con modalità uniformi per tutti di corsi di laurea coordinati dalla Scuola medesima e di analizzare gli interventi necessari per far fronte nel prossimo anno accademico ad un eventuale esubero di studenti rispetto a quanto sostenibile con le attuali canalizzazioni.

ASSEGNI DI RICERCA "SENIOR". Durante la seduta è stato espresso parere favorevole per il bando per il conferimento degli assegni di ricerca "senior" con la relativa proposta di ripartizione: si prevede di attivare 60 posizioni di assegni di ricerca Senior biennali, per una spesa di oltre un milione e mezzo per la prima annualità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università Padova, offerta didattica e nuovi assegni di ricerca "senior"

PadovaOggi è in caricamento