menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Medicina veterinaria, cani colpiti da linfoma: Smart-Unipd lancia la prima raccolta fondi

Il primo progetto di Crowdfunding, "Let's bite dog lymphoma", è a favore della Medicina Veterinaria e dona una speranza ai nostri amici a quattro zampe colpiti da linfoma

L’Università di Padova sceglie una modalità innovativa per accelerare progetti scientifici che possono crescere grazie al sostegno di tutti. Dal 30 settembre, sarà attiva la raccolta fondi per il progetto "Let’s bite dog lymphoma", guidato da Luca Aresu, docente di Medicina veterinaria dell’Ateneo.

IL LINFOMA DEL CANE. Il linfoma è uno dei tumori maligni più frequenti nel cane ed è paragonabile al linfoma Non-Hodgkin nell’uomo. Nei cani malati, più frequentemente esemplari adulti (6-8 anni), la malattia avanza senza essere diagnosticata in stadio iniziale, poiché spesso si osserva solo un aumento delle dimensioni dei linfonodi. Le razze più colpite da questa malattia sono Boxer, Basset hound, Pastore tedesco, Rottweiler, Bull mastiff, Golden retriever, Labrador retriever e Beagle. Ad oggi, la terapia non permette ancora, se non in pochi casi, una guarigione completa e per questo motivo il linfoma del cane risulta una delle più grandi sfide per la medicina veterinaria.

COME PARTECIPARE. L’obiettivo del crowdfunding è di raggiungere circa 30mila euro di finanziamento per arrivare in tempo ad indentificare biomarcatori utili alla diagnosi precoce di questa grave malattia nel cane. Chiunque volesse partecipare potrà collegarsi alla piattaforma internet a partire dai primi di ottobre e utilizzare le forme più comuni di pagamento (bonifico, carta di credito, Paypal). Il tempo a disposizione scade alla fine dell’anno, per iniziare il lavoro nei primi mesi del 2017.
 
LANCIO IL 30 SETTEMBRE. Il lancio dell’iniziativa è previsto per il 30 settembre dalle 17 alle 23 al Palazzo del Bo, nell’ambito della Notte dei Ricercatori. Allo stand del dipartimento di Biomedicina comparata e alimentazione (Bca), sarà possibile informarsi sul progetto di ricerca e fare donazioni in contanti. I sostenitori più generosi (almeno 20 euro) riceveranno in omaggio una simpatica maglietta con il logo del progetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento