menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Urla "Allah Akbar" e aggredisce poliziotti, indagini su bombe disegnate nel Corano

Dopo il doppio fermo e conseguente arresto del 22enne gambiano la Procura avrebbe ordinato agli inquirenti di analizzare computer e cellulare dell'uomo dopo aver rinvenuto dei fogli all'interno del testo sacro: c'è il sospetto che l'uomo possa avere avuto dei contatti con l'Isis

Il 31 agosto scorso una pattuglia delle volanti aveva notato un giovane in atteggiamenti sospetti ai giardini dell'Arena a Padova. Dopo che gli agenti lo avevano avvicinato per un normale controllo di polizia l'uomo aveva dato in escandescenze urlando "Allah Akbar" e si era scagliato contro gli agenti colpendoli con calci e pugni. Non contento aveva gridato: "In Spagna l'Isis ha fatto bene ad ammazzare tutti, colpiremo anche in Italia, siete degli infedeli".

NUOVA AGGRESSIONE.

Bloccato dagli agenti, M.B., 22enne del Gambia, con precedenti per droga era stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per istigazione al terrorismo. Inoltre gli era stato imposto il divieto di dimorare in Veneto con un provvedimento del questore. Ma non finisce qui, il 9 settembre scorso, a una decina di giorni dall'episodio ai giardini dell'Arena, il gambiano era stato trovato bere birra in corso del Popolo e, ancora una volta, avvicinato dai poliziotti, li aveva aggrediti sferrando contro di loro calci e pugni.

IL CORANO.

Ora, come riportano i quotidiani locali, i poliziotti avrebbero trovato e sequestrato un paio di fogli con disegnati degli ordigni all'interno del Corano che teneva in mano durante il primo controllo ai giardini dell'Arena. La Procura avrebbe quindi ordinato agli inquirenti di analizzare il computer e il cellulare del 22enne perchè c'è il sospetto che possa avere avuto dei contatti con movimenti vicino all'Isis, o che abbia visitato siti internet dedicati al terrorismo islamico. Il gambiano andrà a giudizio il 26 settembre prossimo per il primo arresto ai giardini dell'Arena e il 16 ottobre per il secondo fermo in corso del Popolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento