menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uxoricidio, Pavanetto: “Una priorità difendere i diritti delle donne immigrate”

L'assessore provinciale all'Immigrazione interviene sull'efferato delitto di via Maroncelli. "È nostro dovere informare le donne che vivono nel padovano e provengono da altre culture su quali siano i loro diritti e quali gli strumenti idonei a farli valere"

La storia di Fatima è emblematica. Eppure ci lascia sconcertati. Una giovane madre lascia una bambina piccola, la creatura intorno alla quale probabilmente ruotavano tutti i suoi sogni e i suoi progetti. Quale sarà ora il suo futuro, segnato da un gesto così atroce?”.

A porsi l'interrogativo è l'assessore provinciale all'Immigrazione Enrico Pavanetto, a commento dell'efferato delitto consumatosi ieri a Padova, in via Maroncelli, dove un immigrato magrebino ha ucciso a coltellate la moglie. Spettatrice la figlioletta di 6 anni.
 
“Come amministratore, come uomo e come padre – continua Pavanetto - ritengo che difendere i diritti delle donne immigrate sia, in questo momento e nel nostro territorio, una delle priorità civili e morali. Senza paternalismi, è importante dare a queste nostre concittadine la consapevolezza dei diritti di cui sono depositarie, identici a quelli delle donne che qui sono nate e cresciute”.
 
L'assessore ricorda quindi l'impegno della Provincia, insieme ad altre istituzioni e al mondo dell’associazionismo, nella promozione di progetti di integrazione culturale.
 
“È nostro dovere informare le donne che vivono nel padovano e provengono da altre culture su quali siano i loro diritti e quali gli strumenti idonei a farli valere – conclude l'amministratore pubblico -. A chi rivolgersi nel caso in cui si sentano minacciate, soprattutto all’interno del nucleo familiare, dove più spesso, come dimostra il caso di via Maroncelli, si annida la violenza. Si tratta di progetti impegnativi che devono essere portati avanti con la massima attenzione”.
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento