Vandalismi e scritte sui muri costano al Comune circa 500mila euro ogni anno

A bilancio sono stati messi i soldi che servono per la pulizia e per le sistemazioni dopo che i vandali hanno fatto le loro scorribande in tutto il territorio comunale

Le casse di palazzo Moroni devono sborsare ogni anno mezzo milione di euro per la pulizia di muri imbrattati e per le sistemazioni dovute ai vandali. Come riporta il Gazzettino nella sua edizione di Padova, panchine rotte, cestini spaccati, giochi imbrattati e cassonetti distrutti hanno costi elevati.

Parchi

Ogni anno i tecnici devono lavorare per ripulire i muri dai graffiti e devono sistemare le giostrine vandalizzate: in questo caso entra in gioco anche una questione sicurezza per i piccoli che le devono utilizzare. Si tratta di soldi che potrebbero essere impiegati in altro. Spesso non appena il Comune pulisce un muro, subito torna una scritta a imbrattarlo, soprattutto in estate quando i parchetti sono vissuti anche da ragazzi che vi trascorrono le serate.

I soldi

Il bilancio del comune dice che nel 2018 si spenderanno circa 250mila euro per la cancellazione delle scritte e la pulizia della segnaletica stradale, 100mila euro per la sistemazione dell’arredo urbano e altri 150 mila per la risistemazione di lampioni e cassonetti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella Bassa: si è tolto la vita Stefano Farinazzo, sindaco di Casale di Scodosia

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento