rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Stanga / Via Giovanni Savelli

Scoperta boutique del falso: borse e prodotti cosmesi tarocchi, in vendita anche farmaci

Blitz della polizia di Padova e dei militari della Guardia di Finanza all'interno di un'attività commerciale: denunciato un 22enne cinese per esercizio arbitrario della professione

Venerdì pomeriggio i poliziotti della questura di Padova e i militari della Guardia di Finanza hanno denunciato in stato di libertà un cittadino cinese titolare di un’attività commerciale di via Savelli, a Padova, per esercizio arbitrario della professione. Sequetrate diverse confezioni di farmaci analgesici, venduti in assenza delle prescritte autorizzazioni di legge, oltre che prodotti di pelletteria e cosmesi di marche contraffatte.

INDAGINE. A seguito di un’attività di indagine, gli agenti del commissariato sezionale Stanga, insieme alla Squadra Amministrativa della questura di Padova, ai militari della Guardia di Finanza e ad un esperto del settore farmaceutico del Dipartimento di Prevenzione territoriale, hanno effettuato un controllo all’interno dell’attività commerciale gestita dal cittadino cinese 22enne,  per  il fondato sospetto che si procedesse alla vendita di farmaci senza le prescritte autorizzazioni di legge.  

"PARAFARMACIA". All’interno della “parafarmacia” i poliziotti hanno identificato due donne cinesi che si trovavano dietro al bancone e trovato, poste in vendita sugli scaffali, quattro confezioni di noti farmaci analgesici (Voltaren pomata), venduti in assenza di un farmacista, come invece prescritto dalla normativa di settore.

CENTRO RACCOLTA. Dall’ispezione estesa anche all’interno dell’adiacente magazzino, gli agenti hanno trovato ulteriori 12 confezioni degli stessi analgesici da 150 grammi l’una, riposte in uno scatolone aperto. Inoltre hanno scoperto che il locale era stato attrezzato a centro di raccolta merci da inoltrate tramite corriere nella Repubblica Popolare Cinese.

BORSE. Infatti all’interno del magazzino sono stati identificati due dipendenti cinesi, titolari di permesso di soggiorno, intenti a confezionare due scatoloni con applicata la distinta di consegna per la successiva spedizione all’estero, contenenti complessivamente 11 borse di diverse marche (Louis Vuitton, Bottega Veneta, Furla, Michael Kors, Coach), 4 portafogli delle stesse griffe, 5 orologi  marca Michael Kors e Fossil e diversi cosmetici di note marche. Tutto materiale risultato contraffatto come da accertamenti svolti dai militari della Guardia di Finanza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta boutique del falso: borse e prodotti cosmesi tarocchi, in vendita anche farmaci

PadovaOggi è in caricamento