Venditore abusivo a Montà: maxi multa e sequestro di arance

Il commerciante era senza autorizzazione e le 500 casse di agrumi prive delle indicazioni di provenienza imposte per legge. 5.164 euro la sanzione comminata dai vigili di Padova. La merce è stata consegnata all'Opsa di Rubano

Vendeva arance in cassetta senza alcuna autorizzazione per svolgere l'attività, nè tantomeno riportando la provenienza della merce come la legge impone.

MAXI MULTA. Il commerciante, ambulante, è stato sorpreso dalla polizia municipale di Padova in piena attività di vendita abusiva su una via pubblica a Montà, con i prodotti ortofrutticoli esposti sul cassone aperto del proprio autocarro. Per l'uomo è scattata una maxi sanzione di 5.164 euro, nonchè ulteriori 800 euro per via del cronotachigrafo non funzionante con annesso ritiro e sospensione della patente di guida dai 15 giorni ai 3 mesi.

ARANCE ALL'OPSA. Maxi, oltre che la multa, anche il sequestro. Ben 500 infatti le casse di arance requisite all'ambulante abusivo, che, trattandosi di prodotti deperibili, sono state consegne all'Opera della divina provvidenza di Sant'Antonio (Opsa) di Rubano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno in autostrada: esplode tir, carbonizzato l'autista, feriti due lavoratori

  • Sangue sulle strade padovane: frontale auto-furgone, un morto e due feriti

  • Luca Zaia attacca Poiana: «Non si può andare in tv a sputtanare il Presidente della Regione, ditelo a Pennacchi»

  • Tragedia lungo l'autostrada: padovano schiacciato sotto il suo camion

  • 30 secondi di pura magia: il video spot del Natale a Padova

  • Clio all'ombra del Santo: apre a Padova il temporary store della celebre make-up artist

Torna su
PadovaOggi è in caricamento