menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato a Natale venditore abusivo di capi d'abbigliamento, 130 etichette false

La polizia locale, dopo un inseguimento lungo via Roma, ferma un nordafricano

Movimentato pomeriggio di Natale in Via Roma, arrestato un venditore abusivo di capi di abbigliamento alla moda fasulli. L’operazione è iniziata verso le 17,30 quando due agenti a piedi hanno notato un terzetto di africani che offrivano ai passanti, vari capi di abbigliamento dei marchi Colmar, Woolrich, Moncler, e Napapjri  esposti a terra su dei lenzuoli. Due dei venditori abusivi, alla vista degli agenti, hanno cercato di allontanarsi velocemente, mentre il terzo ha opposto resistenza agli agenti che cercavano di sequestrare la  merce contraffatta. A questo punto anche i primi due sono tornati sui loro passi dando supporto al loro amico contro gli agenti.

LA DINAMICA.

Gli agenti considerando anche il gran numero di persone che affollavano Via Roma, hanno deciso di agire in modo diverso, per evitare che qualche passante fosse coinvolto nel parapiglia che si era generato.  I tre venditori si sono così allontanati seguiti a stretta distanza dagli agenti che sono stati più volte minacciati. Nel frattempo altri due venditori con due grandi borsoni si sono aggiunti al gruppetto. Una volta giunti in Riviera Tito Livio gli agenti hanno chiesto il supporto di altri colleghi per fermare il gruppo e procedere ai controlli.  Sono stati così raggiunti da una pattuglia di agenti motociclisti  con i quali si è proceduto al fermo del gruppo di cinque venditori.  L’uomo che aveva già opposto resistenza in  precedenza però si è rifiutato di mostrare i documenti ed è fuggito di corsa nuovamente verso Via  Roma, cercando di colpire con il borsone che trasportava, i due motociclisti che lo inseguivano.  Bloccato, è stato trasportato con un’auto di servizio al comando di Via Liberi dove è stato identificato come N.C. di nazionalità senegalese, 35 anni,  regolare in Italia ma con un precedente specifico, risalente a qualche anno fa, proprio per il reato di contraffazione.

IL COMMENTO.

La perquisizione ha permesso di recuperare oltre che i capi di abbigliamento contraffatti  custoditi nel borsone, anche circa 130  marchi ed etichette di  famose case di abbigliamento  pronti per essere applicati sui capi fasulli. L’uomo è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, contraffazione ,uso di marchi fasulli e ricettazione : la merce e i marchi sono stati naturalmente sequestrati. “Ringrazio la Polizia Locale, che anche il giorno di Natale è impegnata ad assicurare  la tranquillità dei padovani e a contrastare il fenomeno del commercio abusivo di prodotti falsificati- commenta il sindaco Sergio Giordani informato dell’operazione- un traffico che, voglio ricordare è controllato dalla malavita organizzata.  Qui non parliamo di vendita abusiva di qualche collanina, ma di spaccio di prodotti falsi dietro i quali ci sono strutture criminali che è nostro dovere combattere”.

IMG-20171226-WA0029-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento