menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il vescovo all'inagurazione in Thailandia

Il vescovo all'inagurazione in Thailandia

Il vescovo in Thailandia per il primo monastero benedettino

Si è avverato il sogno e il progetto che da anni portava avanti il vescovo di Padova nella terra della religione buddista: costruire un monastero cristiano. Stamane la benedizione

Si è avverato il sogno di monsignor Mattiazzo: il vescovo di Padova, infatti, ha inaugurato proprio oggi in Thailandia il primo monastero benedettino.

IL PRIMO GENNAIO: LA MESSA COL VESCOVO

IL PROGETTO. Un progetto che il vescovo portava avanti da diversi anni e che si è avverato grazie anche alla sua tenacia: nella terra buddista, un segnale forte arriva anche dalla religione cristiana che attraverso questa struttura sarà il primo esempio nel Paese orientale di vita monastica cristiana. La casa-monastero dispone di dieci celle per i monaci (attualmente sono cinque) e otto stanze di foresteria per gli ospiti. La vita dei benedettini, tutti originari del Vietnam, si alterna tra la preghiera (liturgia delle ore) e il lavoro con la coltivazione di mais, riso e alberi da frutta. Circa 400 le persone presenti alla benedizione, un segno di accoglienza forte.

UNA GRAZIA. Don Gaetano Borgo, direttore del Centro missionario diocesano, che quotidianamente invia documentazione fotografica, video e testi (tutti disponibili sul sito www.diocesipadova.it) scrive: "Oggi, è un bel giorno! Il vescovo Antonio partecipa a un evento importante nella Diocesi di Chiang Mai: la benedizione del primo monastero benedettino in Thailandia, e l'inizio della comunità monastica di quattro monaci vietnamiti con l’abate Stephan, conosciuto a Praglia dal vescovo Antonio. In quell’occasione il vescovo ha lanciato questo sogno, donare alla chiesa thailandese, dove i monasteri buddisti sono a ogni angolo, la nostra vita monastica, quella antica di Benedetto, per dialogare, per confrontarsi, per essere e stare in mezzo a loro. Di anni ne son passati, e lo Spirito apre le porte! I have a dream ha esordito il vescovo Antonio nel momento del saluto e dei ringraziamenti, un sogno che si concretizza grazie al supporto di tante e tante persone che hanno creduto a questo progetto! Ha fatto dono di un’icona mariana, "Maria accompagni e cadenzi i vostri passi, ritmi l’ora et labora quotidiano, siate segno, siate sguardo di Dio in mezzo a tutta questa bellissima gente che oggi è stata richiamata qui da questo nuovo inizio"".


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento