Via Fornaci, vende la dose, i carabinieri lo braccano: arrestato

Spacciatore nigeriano smercia dose lungo cavalcavia Borgomagno. Avvistato, i carabinieri lo hanno seguito fino al suo domicilio di via Fornaci, mentre lo accompagnava un connazionale su una Renault Scenic. Lì, lo hanno bloccato con tutta la cocaina

Via Fornaci

Hanno aspettato che rincasasse per inchiodarlo con tutta la “roba”. La compagnia dei carabinieri di Padova ha arrestato così ieri sera Nwakwa Yoseph S., il 31enne pusher nigeriano, pluri-pregiudicato e recidivo trovato in possesso di cocaina. L’immigrato, che viaggiava a bordo di una Renault Scenic, guidata da un connazionale, ha venduto una dose a un acquirente lungo il cavalcavia Borgomagno, senza tuttavia fare i conti con la caparbia degli uomini dell’Arma. Che lo hanno seguito fino a casa per poi bloccarlo con l’intero “pacchetto” di cocaina.

L’AVVISTAMENTO. Una pattuglia dei carabinieri, infatti, lo ha dapprima avvistato al momento della compravendita di droga e lo ha quindi seguito mentre si dirigeva in auto fino al suo domicilio in via Fornaci 47. Qui, le forze dell’ordine hanno fermato l’uomo e perquisito l’appartamento.

LA CASA DELLA COCAINA. Nell’abitazione, i carabinieri hanno trovato 2 ovuli “freschi” di 6-7 grammi ciascuno di cocaina, due barattoli contenenti lattosio e polvere alimentare adatta al taglio di sostanze stupefacenti. In più, dentro l’edificio c’era anche un altro involucro di cocaina.

LA CASA DI DETENZIONE. Vista la recidività del reato, il nigeriano giudicato per direttissima è stato condannato a 8 mesi di reclusione. Stamattina, dopo la convalida del fermo, i carabinieri lo hanno tradotto in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Coronavirus, la lettera del sindaco Giordani ai padovani

  • Governo, decreto straordinario: Vo' "sigillata" per quindici giorni, non si potrà entrare o uscire

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento