Viabilità Camposampiero: abbattuto il vecchio cavalcaferrovia

In questi giorni si stanno concludendo i lavori di abbattimento del vecchio cavalcaferrovia, Si tratta della conclusione di un lavoro molto importante per la viabilità di Camposampiero e per l’area ospedaliera

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

In questi giorni si stanno concludendo i lavori di abbattimento del vecchio cavalcaferrovia, con la rimozione delle traverse (avvenuta tra sabato e domenica, per lavorare in assenza del passaggio dei treni) e a breve dei piloni che per decenni hanno sorretto questo punto di attraversamento dei binari della ferrovia. Si tratta della conclusione di un lavoro molto importante per la viabilità di Camposampiero e per l'area ospedaliera.

Nato dagli accordi tra Provincia , Comune, Regione e Ulss 15, nell'ambito del Piano Integrato di Riqualificazione Urbanistico Edilizia del 2003, lo spostamento del cavalcaferrovia più a sud, con il rifacimento della viabilità di collegamento tra area ovest del paese e statale 307 , ha consentito di liberare integralmente l'area Ospedaliera che oggi ospita importanti servizi (Centro socio sanitario De Rossignoli, Casa Rossa e casa Gialla a servizio della disabilità) e il grande parcheggio dell'Ospedale. Un'opportunità importante che fin da allora si volle offrire al nostro Ospedale per avere tutti gli spazi e le opportunità necessarie. La Provincia due anni fa ha attivato una risorsa di 4000 euro per rimuovere quanto era rimasto dei terrapieni a est e a ovest e demolire il cavalcaferrovia.

Un anno fa il ritrovamento di una bomba della seconda guerra mondiale del peso di 500 libbre (testimonianza degli accadimenti storici del recente passato), aveva fermato i lavori, richiedendo un complesso meccanismo organizzativo che ne ha consentito la rimozione. E' stato necessario, l'11 ottobre scorso, evacuare 2000 persone e bloccare l'intera città per risolvere il problema. Oggi si avvicina la chiusura del cantiere che sarà approssimativamente a fine maggio, con la consegna ad ulss e comune di quanto resta del sedime della vecchia circonvallazione. Si aprono così altre prospettive, sarà possibile realizzare la strada di collegamento tra Via Europa e Via Cao del Mondo, passando ad ovest dell'area ospedaliera, al confine con i binari della ferrovia, liberando così il parcheggio dell'area ospedaliera della strada che ora l'attraversa (inutile disagio per i cittadini di Via Cao del Mondo). Stiamo lavorando con l'ulss perchè tale strada sia dotata anche di pista ciclopedonale. Sarà anche possibile completare l'ultimo tratto dell'Ostiglia che è appena stato realizzato a ovest dei binari e attende solo di completare l'ultimo tratto che passa attraverso l'attuale cantiere del cavalcaferrovia. "Un grande ringraziamento va a quanti hanno operato, ieri ed oggi, alla realizzazione di questo importante risultato. In ambito Provinciale, a partire da Vittorio Casarin, per proseguire con Roberto Marcato e l'attuale Provincia guidata da Soranzo; in ambito ulss 15 dal Direttore Gonella, a Benazzi, fino all'attuale Direzione guidata dal D.G. Dario. I risultati per la popolazione, soprattutto quando richiedono un notevole impegno di risorse finanziare, si ottengono solo grazie alla sinergia tra diversi enti e all'impegno ed alla volontà di tutti. Come Comune di Camposampiero, che in tutto questo ha fatto sempre la sua parte, ringraziamo tutti e auspichiamo si prosegua fino al compimento di tutte le previsioni rimaste"

Torna su
PadovaOggi è in caricamento