menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il vicequestore di Padova Angelo Gigante

Il vicequestore di Padova Angelo Gigante

Vicequestore fuori servizio blocca ladro di bici che lo prende a pugni

Angelo Gigante, di passaggio al Portello, è intervenuto per difendere una studentessa derubata ed è riuscito a far arrestare il responsabile romeno del furto, che lo ha aggredito causandogli 12 giorni di prognosi

Si è beccato 12 giorni di prognosi, e non era nemmeno in servizio ma, fedele al suo ruolo, si è sentito comunque in dovere di intervenire. A fare le spese della reazione di un ladro violento, il vicequestore e capo del commissariato Stanga di Padova Angelo Gigante che giovedì pomeriggio alle 15.30 si trovava a camminare per via Ognissanti al Portello quando ha notato il diverbio fra una studentessa 20enne e un romeno che si era appena appropriato della sua bicicletta.

L'AGGRESSIONE. Il vicequestore si è avvicinato e dopo essersi qualificato ha chiesto i documenti al ladro, che pretendeva la restituzione della bici alla ragazza dietro il pagamento di qualche decina di euro. Poco dopo, Marian R., 29 anni, si è scagliato contro il poliziotto, prima minacciando di lanciargli contro la bicicletta e poi a suon di pugni al torace e allo stomaco. Nel frattempo è sopraggiunta una volante che ha arrestato il malvivente, già noto alle forze dell'ordine per reati di violenza privata e lesioni personali. La studentessa ha riavuto la sua bici, e il poliziotto è finito all'ospedale dove lo hanno giudicato guaribile in 12 giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento